PAGINE STORICHE - L'ultimo Casertana-Siracusa tra i pro: per i siciliani un ko che valse la C2

17.11.2016 12:10 di TC Redazione   Vedi letture
La pagina dell'epoca
La pagina dell'epoca

Il 16 maggio 1993 Casertana e Siracusa si incontrarono per l'ultima volta in un campionato professionistico. Di seguito riportiamo l'articolo della Gazzetta del Sud per rlleggere la cronaca del tempo.

Partita dai due volti quella disputata dai giocatori del Siracusa che sono scesi in campo indossando una maglietta verde con la scritta «Siamo con voi» per una protesta da parte della società nei confronti delle autorità siracusane. Ad un primo tempo titubante, nonostante alcune azioni pericolose, è seguita una ripresa in crescendo che però non è bastata per riequilibrare il risultato.

Si parte con azioni che si svolgono prevalentemente a centrocampo, ed al 9' e Marcellino a tentare la via della rete con un tiro su calcio piazzato da circa venti metri che sfiora il montante di Pastine e termina sul fondo. Al 27’ Zanetti in contropiede si produce in una lunga sgroppata lungo la linea laterale sinistra e dalla bandierina centra in area ove Marchetti rinvia anticipando l’accorrente Lucidi. Sul capovolgimento di fronte Di Baia raccoglie la sfera al limite dell’area di rigore del Siracusa e dopo averla controllata indirizza verso Bianchessi un tiraccio di collo piede che il portiere blocca con sicurezza. Il gioco continua con una costante pressione territoriale della Casertana ma mentre tutti aspettavano il fischio dell’arbitro per il riposo, in piena fase di recupero i locali vanno a segno con l’ex Di Baia che ben appostato in area di rigore raccoglie un passaggio invitante di Cerbone e di piatto destro deposita il pallone in rete rendendo inutile l’intervento di Bianchessi. Alla ripresa delle ostilità il Siracusa si presenta in campo più deciso e pungente e al primo minuto Camporese trova il modo di chiamare Pastine ad una difficile intervento su una conclusione dal limite. Al 48’ Maragliulo dalla bandierina crossa in area e il pallone dopo la respinta di un difensore giunge al limite dell’area e Marcellino indirizza bene a rete, Pastine si allunga e riesce a neutralizzare. Al 54' Lucidi ci riprova con un violento tiro dal limite ed il portiere blocca in due tempi. Al' 56' è Casabianca a impensierire Pastine con una conclusione dai venti metri. Al 66' Cristiano scende in posizione centrale, allunga per Zanetti che in velocità entra in area. Contrastato da un difensore, termina a terra reclamando il calcio di rigore; l'arbitro però lascia proseguire il gioco. Il Siracusa generosamente si spinge ancora in attacco ed al 61' Camporese è sfortunato su una conclusione ravvicinata, deviata fortuitamente in calcio d'angolo con il portiere Pastine battuto. E come vuole la legge: «Gol mancato, gol subito» al 76' in contropiede la Casertana raddoppia con Cerbone, che raccoglie un cross proveniente dalla destra ed operato da Esposito che, tutto solo in area, batte l'incolpevole Bianchessi. Il Siracusa non demorde ed al 78' nuovamente Lucidi impegna Pastine ad una respinta di pugni. Sotto una pioggia improvvisa allo scadere Zanetti impegna Pastine con un diagonale respinto non senza difficoltà dal portiere.

CASERTANA: Pastine, Arno, Moretti, Solimeno, Monaco, Marchetti, Esposito, Di Fabio (78’ Delfino), Di Baia (82’ Conte), Cerbone, Di Criscio

SIRACUSA: Bianchessi, Casabianca, Salice, Cristiano, Zanetti, Novelli, Lucidi, Maragliulo, Solimeno (63’ Gabascio), Marcellino (58’ Birtig), Camporese

ARBITRO: Bonfrisco di Monza

RETI: 45’ Di Baia, 76’ Cerbone

NOTE: spettatori paganti 53 per un milione e trentamila lire di incasso. Angoli 2-2. Ammoniti Novelli, Cristiano, Lucidi