ESCLUSIVA - Gragnaniello: "Caserta esperienza bellissima. Falchetti ottima squadra, ma vogliamo riscattare Matera. Ecco perchè sono andato via"

20.12.2016 19:00 di Antonio Papale   Vedi letture
Raffaele Gragnaniello
© foto di Giuseppe Scialla
Raffaele Gragnaniello

Giovedì allo stadio Pinto c'è Casertana - Melfi e tra gli ex, oltre a Francesco Bruno e Fabio Mangiacasale, ci sarà Raffaele Gragnaniello, che per due volte ha vestito la maglia rossoblù.

Raffaele, per iniziare: che ricordi hai di Caserta?

"Ho ricordi stupendi dell'esperienza di Caserta ed abbiamo raggiunto un risultato importante, pur partendo in sordina. E' stato un campionato emozionante, peccato per il campionato perso. Sinceramente ci credevo, però ero molto legato al gruppo. Forse gennaio è il mese che ha minato l'armonia di quel gruppo."

Andasti via per contrasti con la vecchia società, ma fosse stato per te, saresti rimasto a Caserta?

"Sono andato via perchè non mi ritenevo al centro del progetto. Meritavo un pò di considerazione in più dopo il campionato fatto. In mezzo alla confusione di quel periodo, la prima cosa fu quella di prendere un portiere. Mi fu proposto il contratto, lo avevo rinnovato, ma, visto che poi erano stati toccati determinati equilibri, ho deciso di andare via. Non ho rancori verso Caserta e sono contento che tutto si è risolto."

Con quali compagni hai legato particolarmente?

"Sento spesso lo zoccolo duro della squadra, in particolare D'Alterio, Rajcic e Pezzella."

Giovedì Casertana - Melfi: che sensazioni provi a calcare il Pinto da avversario?

"Sono contento, al di là di ciò che posso trovare. Caserta rappresenta un campo importante. Poi sarà bello ritrovare tanti amici, la stampa casertana. Potrei ritrovarmi i fischi, ma non cambierà su Caserta e tutte le sue componenti."

Venite da una cocente sconfitta a Matera: come state preparando questa partita? E soprattutto che Casertana vi aspettate?

"Stiamo preparando la partita nella solita maniera. A Matera le assenze sono state pesanti, però non sono un alibi che può reggere. Noi abbiamo fatto una brutta partita, loro sono stati impressionanti. Mi aspetto una Casertana che vuole dimostrare a tutti che la classifica è un pò bugiarda. Ha una squadra da playoff e ha pagato tutto il caos societario, sicuramente verrà fuori. Ha uno staff di prim'ordine."

L'avventura di Melfi: come la stai vivendo?

"Melfi mi sta facendo vivere il calcio in maniera diversa, con minori pressioni. Spero mi dia la possibilità di allungare la carriera e di raggiungere la salvezza."

Un giudizio breve sul campionato sia in testa che in coda

"Le quattro in testa stanno facendo un campionato a parte e l'ago della bilancia sarà il mercato. Il Matera è quella che più mi ha impressionato. Ci sono squadre che cercheranno di fare un buon campionato. In coda, tolte Casertana e Taranto, le altre si giocheranno la salvezza."