ESCLUSIVA - L'ex Maiuri: "A Caserta e Taranto ricordi bellissimi. Sabato partita aperta a tutti i risultati. E sul campionato..."

23.01.2017 17:36 di Antonio Papale   Vedi letture
Enzo Maiuri
Enzo Maiuri

Sabato, per una sfida dal fascino nobile a causa dei trascorsi in serie superiori, allo stadio Iacovone si affronteranno Taranto e Casertana e la nostra redazione ha contattato in esclusiva mister Enzo Maiuri, doppio ex che conosce entrambe le piazze, visto che ha allenato nel 2012/13 all'ombra della Reggia e l'anno successivo nella cittadina jonica.

Mister, innanzitutto: quali sono i ricordi che la legano a Caserta e a Taranto?

"A Caserta ho passato mesi belli ma difficili. E' stata l'annata più difficile della mia carriera. Abbiamo risolto tutti i problemi esistenti facendo quadrato e con un pò di pazienza siamo riusciti a centrare l'obiettivo. A Caserta ho lasciato tanti amici e la gente ha capito il mio carattere. Sarò sempre grato a Caserta. Taranto è forse stata l'esperienza da allenatore dove non ho fatto bene. Da calciatore, invece, ho lasciato un buon ricordo, vincendo due campionati, con gente molto appassionata."

Come vede il momento attuale delle due squadre?

"Adesso c'è stata solo una partita dopo la sosta e bisogna andare piano coi giudizi. La Casertana ha risposto vincendo, mentre il Taranto è stato bravo a prendere un punto esterno fuori casa. La sosta ha spezzato determinate dinamiche e ha consentito di fare determinati lavori. Vorrei spendere due parole su Ambrosio, il preparatore atletico rossoblù: è un professionista serio che fa lavorare bene le sue squadre."

Quali sono le insidie dello Iacovone? Che ambiente troverà la Casertana?

"Non penso ci sia tantissimo entusiasmo attorno al Taranto ora. Ma nei momenti belli può essere il dodicesimo uomo. La Casertana deve essere brava a rendere lo Iacovone meno infuocato che, comunque, cercherà di dare una mano al Taranto."

Un pronostico sulla partita di sabato

"Secondo me è una partita aperta a tutti i risultati, perchè il Taranto ha fame di vittoria e perchè la Casertana ha la testa libera, ma è possibile anche un pareggio."

Un giudizio sul campionato, sia in testa che in coda.

"Sto seguendo il campionato, che sta rispettando i valori emersi alla vigilia. Le quattro pronosticate alla vigilia stanno facendo un campionato a parte, poi le altre sono tutte sullo stesso livello. La Virtus Francavilla sta facendo un campionato al di sopra delle aspettative, idem l'Andria. Cosenza e Catania, al di là delle problematiche, sono in linea con gli obiettivi. In coda, è molto livellato con squadre che stanno facendo fatica e altre che hanno qualcosa in più. Tutti i campionati si decidono tra marzo e aprile sia in testa che in coda. Il Matera lo vedo meglio per la qualità del gioco, il Lecce per l'organico."