ESCLUSIVA - Nicola Binda: "Casertana oltre le aspettative. Foggia in B con merito. Queste le mie favorite per i playoff"

11.05.2017 15:36 di Antonio Papale   Vedi letture
Nicola Binda
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Nicola Binda

Tra qualche giorno partiranno i playoff che definiranno la quarta e ultima squadra che accederà al campionato di serie B. Per parlarne, la nostra redazione ha contattato uno dei maggiori esperti a livello nazionale del campionato di terza serie, nonchè di quello cadetto, ossia il collega della Gazzetta dello Sport Nicola Binda, che si è anche soffermato a dare un giudizio anche sul campionato della Casertana e di quello che è stato l'andamento del girone C di Lega Pro. Tra le sue pubblicazioni, la ragazza col peluche, in questi giorni presso le librerie o sul sito di goalbook editore.


Nicola, la prima domanda: com'è stato, a tuo modesto parere, il campionato della Casertana?

"All'inizio c'era tanta confusione e c'erano tanti rischi, poi, una volta trovata la solidità societaria, ha trovato compattezza ed i playoff sono un ottimo risultato, visto e considerato che dietro sono arrivate compagini blasonate. Da lontano faccio fatica a giudicare le dinamiche che hanno portato all'esonero di Tedesco. Ha pochi nomi altisonanti, però ha dimostrato compattezza, e soprattutto Rajcic. Da non sottovalutare Carriero e Lorenzini."

​Un giudizio sul girone C appena concluso, sia in testa che in coda

"Il Foggia ha vinto con merito, con una società forte e che ha saputo programmare, mentre Matera e Lecce sono crollate sul più bello. La Juve Stabia si è indebolita, mi ha deluso il Catania. Le sorprese sono state Virtus Francavilla e Siracusa. Per un periodo anche il Fondi. Il caso Taranto è stato eclatante. Vedere il Catanzaro ai playout è stata una delusione, Reggina e Messina salve nonostante tutto. Akragas ai playout nonostante tutto. La Vibonese, grazie a Campilongo, ha fatto un mezzo miracolo."

Sabato partono i playoff: quali sono le tue favorite? Quali possono essere le possibili sorprese? Che ruolo può recitare la Casertana?

"E' la prima volta coi playoff allargati. Sono curioso da questa formula affascinante. Non voglio essere nei panni di quelle che hanno l'obbligo di vincere. Dire una favorita è impossibile. Dipende dallo stato di forma. Alessandria e Lecce ad esempio potrebbero risentirne psicologicamente, e non mi sorprenderei che possa spuntare un'outsider. Il Pordenone potrebbe essere un'outsider. Anche lo stesso Catania può dire la propria. La Casertana può dire la propria ma dipende tutto dallo stato di forma."