FOCUS - In pochi già hanno scelto il prossimo allenatore, problemi a Trapani e Castellammare, Bisceglie alle prese con la questione stadio

12.06.2018 15:38 di Antonio Papale  articolo letto 3320 volte
Serie C
Serie C

Con la stagione 2017/2018 che aspetta la finale playoff per essere definitivamente mandata agli archivi, tutte le società stanno iniziando a pensare alla prossima, sia sul fronte tecnico che societario. 

Partendo da Cosenza, le valutazioni saranno fatte dopo la finale di sabato, mentre a Catania è tempo di riflessioni dopo l'eliminazione dai playoff. In altre piazze, invece, si pensa a risolvere le questioni societarie: a Trapani c'è stato l'annuncio del disimpegno dei Morace dopo 12 anni di gestione, e lo stesso si può dire di ciò che accade a Castellammare con Manniello che ha annunciato di non poter garantire l'iscrizione. A Matera si prova a risolvere i problemi cercando di allargare la compagine societaria. A Siracusa si va verso l'iscrizione con un progetto più giovane: Pagana il candidato numero uno per la panchina. A Bisceglie, invece, i problemi riguardano lo stadio e potrebbero portare all'esilio per i pugliesi.

Passando alle panchine, l'unico certamente riconfermato è Scienza a Monopoli: sicuri anche Auteri a Catanzaro, Zavettieri a Francavilla, mentre per Cevoli a Reggio Calabria è praticamente fatta, così come la promozione di Modesto a Rende. Ad Andria il favorito è Taurino, a Caserta ci vorrà ancora qualche giorno per capire chi sarà il nuovo allenatore, alla Sicula vicina la conferma di Diana, mentre a Pagani bisogna capire se tenere De Sanzo o cambiare allenatore. Capitolo neopromosse: a Rieti Parlato è andato via, mentre Ragno e Orlandi restano a Potenza e Vibo.