GIUDICE SPORTIVO - Contro il Trapani doppia assenza per la Casertana e arriva anche una multa per il club

05.11.2018 18:05 di Pasquale Gallo  articolo letto 1069 volte
L'espulsione di Pinna
L'espulsione di Pinna

Sono arrivate le decisioni del giudice sportivo dopo la decima giornata di campionato. C'era attesa per capire quante giornate potesse ricevere Angelo D'Angelo e alla fine il centrocampista sarà costretto a saltare solo la sfida con il Trapani così come Pinna. E' andata bene ma il club ha ricevuto una multa di 500 euro per il danneggiamento dei servizi da parte dei tifosi ospiti. Due settimane di inibizione invece per il team manager Russo e il direttore Nello Martone.

 

DIRIGENTI INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO IL 19 NOVEMBRE 2018

MARTONE ANIELLO (CASERTANA) per comportamento gravemente offensivo verso l’ arbitro arbitrale durante la gara (espulso).

RUSSO CARMINE (CASERTANA) per comportamento gravemente offensivo verso la terna arbitrale durante la gara (espulso).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

D'ANGELO ANGELO (CASERTANA) per comportamento gravemente scorretto verso un avversario durante la gara.

EL OUAZNI BADREDDIN (JUVE STABIA) per comportamento gravemente scorretto verso un avversario durante la gara.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE

PINNA PARIDE (CASERTANA) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.

FOLORUNSHO IJIENUA MICHAEL (VIRTUS FRANCAVILLA) per condotta non regolamentare in campo e per simulazione di fallo.

CALCIATORI NON ESPULSI SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA' IN AMMONIZIONE (V INFR)

LAEZZA GIULIANO (SICULA LEONZIO)

AMMENDE

€ 2.500,00 JUVE STABIA perché propri sostenitori durante la gara lanciavano sul terreno di gioco in direzione del portiere della squadra avversaria quattro bottigliette di plastica semipiene, senza conseguenze; i medesimi indirizzavano sputi verso i componenti della panchina aggiuntiva della squadra avversaria i quali venivano colpiti in più occasioni (r.proc.fed.e r.c.c.).

€ 1.000,00 SIRACUSA per aver fatto mancare l'acqua calda agli spogliatoi della squadra ospite (r.c.c.).

€ 500,00 CASERTANA perché propri sostenitori in campo avverso danneggiavano i servizi del settore dello stadio loro riservato (r.proc.fed. e r.cc., obbligo risarcimento danni se richiesto).