Virtus Francavilla, inizio negativo ma tanta voglia di riscatto

I pugliesi, tornati a casa loro, sono pronti a continuare a far bene anche quest'anno
04.09.2019 20:30 di TC Redazione   Vedi letture
Virtus Francavilla
Virtus Francavilla

Domenica seconda trasferta del campionato per la Casertana che cerca conferme dopo il bel successo in casa col Rende e, magari, la prima vittoria esterna stagionale. Di fronte ai falchetti, però, l’ostacolo non è dei più morbidi perché ci sarà una Virtus Francavilla che, nei primi anni di professionismo, tutti potevano considerare una sorpresa; adesso, grazie ai risultati ottenuti e alla lungimiranza ed al lavoro certosino del presidente Magrì, è una realtà consolidata nel panorama della terza serie, oggi ancor di più che i biancazzurri, dopo due anni di esilio a Brindisi per i lavori di ristrutturazione, sono tornati nell’impianto di casa del Giovanni Paolo II, classico impianto all’inglese dove gli spalti sono vicini al campo di gioco, e ciò può costituire un punto di forza per i pugliesi.

Della serie, allenatore che fa bene, non si cambia, il presidente Magrì ha deciso di tenere mister Trocini che ha fatto benissimo nello scorso girone di ritorno, portando i biancazzurri ad un brillante sesto posto e solo il Potenza ha negato loro l’accesso alla fase nazionale dei playoff. Ma ora è un’altra storia e Trocini coi suoi insegue la prima vittoria stagionale, dopo il pari con la Reggina e il ko immeritato di Catania, dove gli imperiali avrebbero sicuramente meritato qualcosa di più.

Analizzando l’organico a disposizione di mister Trocini, tra i pali molta freschezza con Costa tra i pali e Sottoriva, anche lui giovane, suo secondo. Passando al reparto arretrato, c’è esperienza con Pambianchi, pupillo del trainer calabrese, e Marino, mentre in crescendo sono Tiritiello, Sparandeo e Caporale. Sulle fasce vi sono gli esperti Nunzella e Albertini e l’ex biscegliese Delvino.

A centrocampo, a dirigere il traffico c’è l’ex salernitano Bovo, con Zenuni, Tchetchoua e l’altro pupillo che Trocini ha voluto con sé nella sua avventura pugliese, mentre Mastropietro e Di Cosmo agiscono in posizione più avanzata. Davanti il reparto offensivo è quello più rivoluzionato, con il ritorno di Puntoriere e gli arrivi di Vazquez, dell’ex di turno Baclet e di Perez, che vuole riscattarsi dopo un paio di stagioni negative.

Infine, i precedenti: nel primo netta vittoria pugliese, poi, negli ultimi due anni, vittorie rossoblù con il minimo scarto; i tifosi casertani sperano nel tris appellandosi al proverbio non c’è due senza tre.