D'Agostino applaude la nuova Casertana: "Buone sensazioni per il girone di ritorno. Rinforzi? Valuteremo solo dopo alcune partenze"

25.01.2019 22:27 di TC Redazione   Vedi letture
Il presidente D'Agostino
© foto di Giuseppe Scialla
Il presidente D'Agostino

Il presidente Giuseppe D’Agostino in una intervista rilasciata al settimanale Sabatononsolosport parla del nuovo corso della Casertana in una lunga intervista.


Il girone di ritorno sembra essere iniziato come quello della passata stagione, cioè a spron battuto.
"Ce lo auguriamo tutti quanti che possa essere così. Stiamo iniziando a recuperare qualche infortunato e le cose sembra stiano andando meglio".


Da Cava dei Tirreni ad oggi sembra che la squadra sia andata sempre in crescendo. Cosa ne pensa?

"Si è così, ma teniamo a freno l’entusiasmo, d’altronde il Bisceglie non era quell’avversario irresistibile. Tanti giovani ma comunque la squadra mi è piaciuta, finalmente ho visto del gioco e alcuni uomini che erano ancora fuori condizione e che nulla avevano dimostrato, con il Bisceglie ho visto qualcosa di interessante".


Ci sono ancora fuori D’Angelo, Pinna, Floro Flores, quindi ci sono ancora delle ottime aspettative.
"Importante che questi uomini possano ritornare al meglio per arricchire ancor di più la nostra rosa".


Prima della gara con la Cavese volevate mettere in atto una vera e propria epurazione. Volevate mandare via un bel gruppo di calciatori che non avevano dato molto. Oggi invece sembra che le cose siano cambiate.
"Io resto sempre convinto che le scelte di luglio fossero quelle giuste, oggi lo sono ancor di più ed in particolar modo dopo queste tre gare. Purtroppo quando si cambia tanto così come abbiamo fatto noi si paga dazio quasi sempre, ma ricordiamoci chi sono i calciatori che ad agosto hanno indossato la maglia della Casertana. Erano tutti definiti un lusso per la categoria. Il campionato è ancora lungo, ci sono ancora tante gare da giocare e tutto si può recuperare".


Per recuperare cosa intende?
"Che bisogna giocare partita per partita, scendere sempre in campo con la determinazione e la voglia di vincere. All’andata dopo tre gare avevamo solo tre punti, adesso ne abbiamo conquistati nove.


Questo è di buon auspicio per il futuro. Ma con il Bisceglie, vero che non è una formazione di primo livello, ma abbiamo visto un ottimo Vacca ed uno Zito irresistibile.
"Tutti hanno disputato una grande gara. Non dobbiamo meravigliarci del Vacca visto con i pugliesi, semmai bisogna meravigliarsi di quello visto prima. Il calciatore è un vero fuoriclasse della categoria e spero che rimanga a questi livelli, così come Zito, D’Angelo e Floro Flores, Castaldo".
Quando si è aperto il calcio mercato tutti davano per partenti proprio questi calciatori, adesso sono contenti di essere rimasti con la Casertana?
"Sono rimasto colpito dalla professionalità di questi uomini, mi hanno dato dimostrazione che sono dei veri uomini. Tutti hanno deciso di rimanere qui, non ci sono state pressioni di nessun genere, i calciatori sono voluti rimanere e principalmente per dimostrare che le mie scelte e quelle di Martone non sono sbagliate e che non sono venuti a Caserta per strappare contratti vantaggiosi, ma credono in questo progetto. Hanno fatto un bel gesto nei confronti della società, cosa difficile in questo mondo dove si gioca solo per soldi".


Come vede la gara con il Catanzaro?
"Una partita difficile dove affronteremo una squadra forte. Bisognerebbe fare la stessa domanda anche al Catanzaro. Noi andremo a giocarci la nostra partita. Risultato aperto per entrambe le squadre, certo se fossimo stati al completo per noi era più semplice giocarcela ad armi pari".
Se c’è qualcosa da correggere su cosa siete orientati a intervenire?
"Bisognerà vedere se ci saranno partenze e poi se il calciomercato ci offrirà qualcosa vedremo se sarà fattibile".