ESCLUSIVA - Marius Adamonis: "Casertana grazie di tutto, ma domenica verremo a vincere"

Il portiere lituano ex con Pinna e Giannone del match di domenica parla a 360 gradi del suo passato a Caserta, degli obiettivi delle due squadre e della sua avventura in Calabria
27.09.2019 14:24 di Antonio Papale   Vedi letture
Marius Adamonis
© foto di Giuseppe Scialla
Marius Adamonis

Domenica al Pinto nel match di domenica tra Casertana e Catanzaro torneranno al Pinto tre ex: Paride Pinna, Luca Giannone e Maius Adamonis. E proprio il portiere lituano è stato contattato dalla nostra redazione per parlare della sua esperienza all'ombra della Reggia, del match di domenica, degli obiettivi delle due squadre e della sua avventura in Calabria.

Marius, iniziamo dalla tua esperienza a Caserta: cosa ti ha lasciato sotto il profilo calcistico e quello umano? 

"A Caserta sono cresciuto tanto come uomo e come calciatore, perché nonostante le prime partite fossi in panchinwpanchina e fosse un periodo difficile per me, la gente mi è sempre stata vicino e mi ha aiutato spingendomi a non mollare, e per questo la ringrazio tantissimo."

Rimanendo alla scorsa stagione, cosa non è andato nel verso giusto? 

"Francamente, non lo so cosa sia mancato la scorsa stagione, ma posso dire che i tanti infortuni a volte ci hanno costretto a giocare con gli stessi uomini, viste le poche alternative a disposizione." 

​​​​​​Passando all'attualità: secondo te il Catanzaro è da B? E la Casertana ha i giocatori giusti per raggiungere i playoff? 

"Penso che, i giocatori che ha a disposizione, la Casertana possa ambire a qualcosa in più dei playoff." 

Ti aspettavi un avvio così soprattutto del Catanzaro ma anche della Casertana? 

"Siamo una squadra molto forte quindi la classifica rispecchia il nostro valore. La Casertana l'abbiamo vista in coppa Italia ed è difficile giocarci contro, col nuovo allenatore che ha portato qualcosa di più rispetto all'anno scorso."

Che partita sarà a Caserta e che accoglienza ti aspetti?

"A Caserta veniamo per vincere, è l'unico obiettivo. Sappiamo che sarà difficile ma siamo pronti."