Ginestra: "Cercheremo di essere più forti delle assenze. Monopoli gruppo collaudato"

Il tecnico rossoblù in conferenza stampa analizza il momento dei falchetti a poche ore dal match col Monopoli
22.10.2019 19:27 di TC Redazione   Vedi letture
Ciro Ginestra
© foto di Giuseppe Scialla
Ciro Ginestra

Ginestra fa il punto della situazione in vista di una gara molto difficile come quella di domani sera con il Monopoli ospite al Pinto.

Già prima della partita di Castellammare il motto era largo ai giovani, adesso visto le assenze lo sarà ancora di più?

Sì, lo stiamo portando avanti già da diverse partite. I giovani sono pure bravi e noi dobbiamo farli crescere. A Caserta può essere difficile per loro.

Ci sarà qualche stravolgimento tattico?

No, ci sarà continuità. Abbiamo perso per infortuni tanti grandi ma i giovani ci sono e devono imparare dai più esperti. Ci sarà Zito che è un giocatore importante e tutti gli altri avranno una grande occasione per mettersi in mostra.

Sul Monopoli?

L’anno scorso sono arrivati quinti, hanno un organico già ben collaudato da diverse stagioni. Noi non siamo da meno, possiamo far risultato.

Si è vista meno intensità nelle ultime gare, colpa della mancanza di determinati giocatori? Io non condivido, andare a Cava senza subire tiri in porta non è da poco. Probabilmente abbiamo avuto anche le migliori occasioni, ci sta che sia una gara difficile e la nostra è stata di grande livello secondo me. Se avessimo avuto Gigi nel secondo tempo probabilmente l’avremmo portata a casa.

Come sarà la Casertana senza Castaldo?

Non avendo Castaldo bisogna andare palla a terra e c’è da dire che il campo non è dei migliori. La filosofia deve essere quella, non ci deve interessare il resto. Devo ancora decidere chi giocherà assieme a Starita.

Indicazioni su Floro Flores?

Floro ha fatto differenziato, io penso che tornerà a breve. Lo avessimo avuto a disposizione sarebbe stato tutto un altro paio di maniche.

La formazione non è ancora decisa perché ci sarà qualche cambiamento di modulo o per valutare la condizioni dei ragazzi?

Ci stanno entrambe le cose che hai detto, va tutto messo in conto e ci sta che ci saranno delle variazioni tattiche. Io dico sempre giochiamo a 3 e poi bisogna muoversi, mai solo 3-5-2.

Luca Petrone