Ginestra e D'Angelo: "Reggina squadra forte. I due gol e le tante assenze hanno pesato sul match. I giovani devono crescere"

Al termine della gara di Reggio Calabria, in sala stampa il tecnico e il mediano rossoblù hanno analizzato il match
10.11.2019 17:50 di Antonio Papale   Vedi letture
Ciro Ginestra
© foto di Giuseppe Scialla
Ciro Ginestra

Al termine della gara con la Reggina è intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti mister Ciro Ginestra che ha dichiarato: "Obiettivamente, la Reggina è una squadra forte. Fino al loro gol, abbiamo chiuso bene i varchi. Quando abbiamo tutti a disposizione, riusciamo a fare bene. Avevamo in campo molti giovani. È uscita fuori la loro qualità. Abbiamo cercato di sfruttare la nostra organizzazione. Abbiamo giocato con Ciriello, un 2002. Si sono sentite le assenze. Si lamentano tutti, tutti possono sbagliare. Oggi l'arbitro ha fatto il suo. Ognuno poi fa le proprie considerazioni. Starita ieri aveva la febbre a 39, è venuto con la macchina: ecco perché l'ho cambiato. Abbiamo battuto 2 buone squadre come Catanzaro e Monopoli. Non vi fate illudere dal girone di andata, perché il ritorno è un altro campionato."

Poi, Angelo D'Angelo: "Abbiamo fatto la giusta interpretazione della gara. Ci siamo chiusi bene all'inizio. Se lasci spazio a Corazza, ti fa male. Poi arriva il secondo gol e ti taglia le gambe. Venire con tante assenze pesanti non è da tutti. Non bisogna abituarsi a perdere. Bisogna migliorare. La Reggina è un'ottima squadra. Mi ha fatto un'ottima impressione, ha una rosa importante per andare in B."