Ginestra fa autocritica: "Sconfitta meritata, atteggiamento sbagliato. Da martedì testa alla Ternana". Violante accusa l'arbitro: "Non accetto mancanze di rispetto"

Il tecnico rossoblù in conferenza stampa analizza la gara con la Paganese
01.12.2019 20:12 di Antonio Papale   Vedi letture
Ciro Ginestra
© foto di Giuseppe Scialla
Ciro Ginestra

Al termine della gara con la Paganese ad intervenire è stato mister Ciro Ginestra che ha dichiarato: "Secondo me abbiamo perso meritatamente, espulso per un calcio alla panchina. Non abbiamo giocato da squadra, la colpa è mia. Oggi ci fa capire che dobbiamo salvarci. Da martedì testa a Terni. Da Viterbo gli stessi errori. Non mi piace perdere, mi vergogno di me stesso. Perdiamo tutti. L'atteggiamento non mi piace. Nessun alibi. Abbiamo sbagliato tanti passaggi, l'arbitro fa parte del gioco. Chi sa perdere, sa crescere. Clemente per creare superiorità. Dobbiamo migliorare. Perso l'equilibrio della partita."

Poi, il direttore Violante: "Sono arrabbiato. Non accetto che un arbitro mi manda a quel paese. Caserta, la Casertana e D'Agostino meritano rispetto. C'entra poco il campo. Faremo un esposto in Lega. A Caserta siamo civili, pretendiamo rispetto. Oggi perso perché non avevamo fame. Parte tutto dal rigore alla Paganese. Se abbiamo avuto pochi rigori, qualcosa è stato gestito per non bravura. Se in conferenza pre partita si parla solo una volta della Paganese, vuol dire che tutti non avevamo fame. Da domani mattina il primo a dare qualcosa in più sono io. Se affrontiamo tutto con le giuste caratteristiche possiamo giocarcela con tutti."