Il Monopoli sogna il 5° posto, De Carne: "Sarebbe un giusto premio per questi ragazzi. Casertana? A dicembre mi sbagliai..."

02.04.2019 15:17 di Pasquale Gallo   Vedi letture
Fabio De Carne
© foto di Giuseppe Scialla
Fabio De Carne

Casertana attesa domenica da un altro spareggio playoff, l’ennesimo di questo finale di stagione. A Monopoli i falchetti incontreranno un avversario in piena corsa per il quinto posto e che per l’occasione potrà contare sul calore di uno stadio gremito. Prezzi stracciati con biglietti a un euro per riempire il ‘Veneziani’. Il team manager biancoverde, ex di turno, Fabio De Carne non nasconde la voglia di centrare un risultato importantissimo per il suo club: “Cercheremo di riempire le tribune dovendo affrontare una Casertana che ha la classifica bugiarda. Ha una rosa straordinaria e ne siamo consapevoli. Servirà anche il nostro pubblico per cercare di batterli senza dimenticare che sono attualmente una nostra diretta concorrente in chiave playoff. Quinto posto? Siamo in lotta e proveremo a raggiungerlo. Davanti a noi ci sono autentiche corazzate con cui ce la siamo sempre giocata e proveremo a farlo in questo rush finale. Centrare i playoff sarebbe il coronamento di un percorso lineare intrapreso fin dall’inizio. Una continuità di risultati che ci ha portato ad accumulare un buon vantaggio sulle altre ma attenzione perché non è ancora finita. Ci sono molti punti in palio e non bisogna abbassare la concentrazione”.

Domenica pugliesi con la possibilità di tenere il passo del Potenza e Casertana che non può permettersi ulteriori passi falsi. “Credo che dopo Juve Stabia-Trapani che vale la B c’è un Monopoli-Casertana che si preannuncia molto interessante. Sarà una gara con valori tecnici importanti, ci sarà tanto agonismo e voglia di vincere da entrambe le parti”.

All’andata successo firmato Mangni e quella Casertana sembrava allo sbando. A distanza di un girone le cose non sono molto cambiate con i rossoblù addirittura più indietro. “Pronosticai una pronta risalita della Casertana – continua De Carne – per valori tecnici e blasone. I numeri mi hanno smentito ma con l’arrivo di Pochesci sembra che il vento sia nuovamente cambiato. Hanno perso sì col Rende ma è una squadra viva, nuova, molto motivata che incarna lo spirito del proprio trainer. Credo che al completo potranno essere protagonisti nei playoff perché rose come la Casertana non ce ne sono in serie C”.