Laaribi scalda i tifosi: "Vorrei rivedere quel tifo di due anni fa. Onorato di essere in questo gruppo"

24.07.2019 14:57 di TC Redazione   Vedi letture
Mohamed Laaribi
Mohamed Laaribi

Nel ritiro di Roccaraso prosegue incessante con doppie sedute giornaliere il lavoro della Casertana. Tra i nuovi arrivi si sta distinguendo per la sua tecnica e intesa con i compagni Mohamed ‘Momo’ Laaribi. Martedì nell’11-0 al Volturnia ci sono tante sue belle giocate. “Al di là dei gol - esordisce - ci interessa trovare una buona intesa e mettere in campo le idee di gioco del mister. E’ un periodo in cui stiamo trovando i giusti equilibri e c’è voglia da parte di ognuno di noi di dare il massimo”.

Arrivi a Caserta con tante ambizioni e probabilmente con un anno di ritardo…
“Per me e per ogni altro compagno di squadra è un anno importante, compreso lo staff tecnico. Vogliamo fare il meglio possibile per la Casertana e personalmente voglio recuperare l’anno di ritardo con cui sono arrivato”. 

Che sensazioni stai ricevendo da questo ritiro e sulla corsia sinistra sembri molto a tuo agio
“Decisamente positive perché si sta creando davvero un bel gruppo. Amo partire da sinistra perché penso di poter dare qualcosa in più ai miei compagni in quella posizione. Ho voglia e fame di poter riuscire a mettere in pratica tutto ciò che mi chiede l’allenatore”.

Il 4 agosto esordio in Coppa Italia contro un avversario che conosci bene essendo tu calabrese
“Siamo già proiettati al Catanzaro. Mister Ginestra ci ha inculcato subito la mentalità di pensare all’avversario e ogni singolo momento dobbiamo restare concentrati facendoci trovare pronti per affrontare chiunque”.


Le aspettative per questa stagione e che messaggio ti senti di mandare ai tifosi rossoblù?
“Spero di vedere quel Pinto strapieno come due anni fa quando venni a giocare nei playoff col Rende Rimasi emozionato e impressionato dal loro calore, dalla voglia di vincere. E credo che la gente di Caserta possa davvero fare la differenza. Il mio obiettivo è quello di non deludere nessuno e insieme ai compagni lavorare e migliorare per provare a vincere il più possibile”.