Martone tra campo e affari di mercato: "Tre punti importanti nel ricordo di Nappo. Sarno? Mai trattato, nei prossimi giorni ci saranno novità"

21.01.2019 22:07 di Luca Petrone  articolo letto 1280 volte
Martone tra campo e affari di mercato: "Tre punti importanti nel ricordo di Nappo. Sarno? Mai trattato, nei prossimi giorni ci saranno novità"

Ha parlato ai microfoni di “Zona calcio speciale Casertana” il direttore sportivo della Casertana Nello Martone. Intervista piena di spunti e dichiarazioni importanti, iniziata nel ricordo di Peppino Nappo, storico segretario della Casertana recentemente scomparso.  Il direttore ha poi fatto il punto sulla situazione passata e presente del club:

“All’inizio io e il presidente abbiamo voluto caricare l’ambiente, c’era un clima bellissimo e tutti erano entusiasti. Purtroppo le cose si sono complicate ma è normale, sapevamo che era dura, le aspettative erano alte. Un po’ è stata colpa nostra e un po’ dei calciatori, ma possiamo ancora giocarci i playoff.”

Ieri la Casertana ha reagito bene, abbiamo strameritato la vittoria e siamo ripartiti bene tenendo conto che non eravamo al completo.

“Si mancavano 4 titolari, fortunatamente chi è andato in campo si è fatto trovare pronto e hanno dato tutti l’anima. Siamo stati bravi, inoltre c’è da dire che il campo non era in perfette condizioni.”

Ci chiedono com’è andato l’incontro con Sarno

“Sarno era allo stadio solamente in quanto amico di Vacca, non lo stiamo trattando in questo momento, è vicino al Catania.”

Mercoledì ci sarà una partita ancora più dura, contro un Bisceglie in difficoltà

“Vogliamo conquistare anche questi 3 punti per poi andare a Catanzaro a giocarcela. Ma non è facile, il Bisceglie non ha nulla da perdere e i ragazzi sanno che servono i 3 punti a tutti i costi”

Per il mercato ci suggeriscono Cosenza come difensore d’esperienza

“La verità è che Cosenza è stato trattato una ventina di giorni fa, ma sta bene dov’è.”

Magari il mercato può accendersi sul finale?

“Io dico sempre che i veri affari si fanno sempre negli ultimi giorni, si recupera sempre qualcosa dal punto di vista economico.”

Tralasciando per un attimo il suo ruolo di direttore, da osservatore come vede il girone C?

“Se guardiamo anche gli altri gironi, abbiamo gli stessi punti di società importanti come Novara e Monza per citarne alcune, e c’è da dire che ne abbiamo anche buttati tanti. Ce ne mancano almeno 7 importanti, con la Juve Stabia che invece corre tantissimo adesso non ci resta che provare a recuperare il più possibile.”

Il portiere Crispino è stato protagonista per il Siracusa ieri, come mai nessuna società campana è riuscita ad accaparrarselo pur essendo lui originario di queste terre?

“Purtroppo la concorrenza è spietata, e a volte ci sono situazioni di mercato che portano ad altre scelte. Sono valutazioni che vengono fatte, c’è da dire però che il ragazzo è un 94’ ed è un giocatore che ha fatto gli sempre bene gli ultimi anni.”

Come sta Floro?

“Dovrà stare a riposo mercoledì, forse anche col Catanzaro. Purtroppo ha avuto questi problemi fisici, è da valutare per il prosieguo del campionato così da giocarcelo magari nei playoff dove può aiutarci con le sue giocate. Il ragazzo è dispiaciuto, ma si sta facendo forte. Ha bisogno di un aiuto morale e la società glielo sta dando.”

Ci chiedono come mai è andato via Luis

“C’è stata una risoluzione, è stata una scelta voluta da entrambi. Voleva più minutaggio ed ha scelto Avellino.”