Parla Tedino da Teramo: "Ginestra uno dei migliori attaccanti mai allenati"

Parole di forte stima quelle di Tedino nei confronti di un suo ex giocatore, oggi tecnico della Casertana. Ma vediamo nel dettaglio la sua conferenza di oggi:
26.10.2019 14:22 di Luca Petrone   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
Parla Tedino da Teramo: "Ginestra uno dei migliori attaccanti mai allenati"

Si parla spesso di gare spartiacque: quella di domani potrebbe essere una gara per guadagnarsi la zona playoff?

Non credo sia giusto fare questo discorso. Domani è una gara molto difficile contro una squadra in salute. Dopo tutto hanno perso una partita sola se non sbaglio, per il resto è presto per le previsioni.

I risultati aiutano, rispetto a una settimana fa sono arrivate due vittorie. A che punto è il Teramo?

Anche al 100% non è detto che si vinca, ci sono anche gli altri. Poi bisogna concretizzare, a me piacerebbe vedere sempre il Teramo visto contro la Paganese.

Chi gioca?

Non posso dirtelo, sennò chiamo direttamente Ginestra che è stato anche mio giocatore e lo dico direttamente a lui.

Ci sono due Teramo: in casa ed in trasferta, e ci esaltano entrambi in maniere differenti

Non c’è dubbio che fuori casa non riusciamo ad avere la supremazia territoriale ma siamo in grado di giocarcela anche in altre maniere. Non ci si deve vergognare di portare a casa 3 punti anche giocando una partita difensiva.

Facciamo un passo indietro: la partita di Francavilla come va giudicata?

Dal punto di vista morale, insieme a quella di Potenza, siamo stati perfetti. A Francavilla il campo è un ostacolo molto grande, è stata una partita giocata bene.

Su Minelli?

Ha avuto un indurimento al quadricipite, non è al 100% e spero di averlo a disposizione a partire dalle prossime partite.

Prima hai parlato di Ginestra, ti aspettavi che sarebbe diventato allenatore?

Ciro era un giocatore intelligente, sapeva far tutto. E se sei intelligente, vuol dire che puoi fare l’allenatore. Sicuramente uno dei migliori attaccanti che io abbia mai visto. In ogni squadra intravedo sempre qualcuno che può diventare allenatore, da noi potrebbero essere Arrigoni o Ferreira.