Raffaele: "Casertana squadra di qualità, ma vogliamo partire bene"

A meno di 48 ore, il tecnico siciliano del Potenza ha analizzato in conferenza stampa tutti i temi del match di domenica con la Casertana
23.08.2019 21:00 di TC Redazione   Vedi letture
Giuseppe Raffaele
Giuseppe Raffaele

Nel tardo pomeriggio di oggi, in casa Potenza il tecnico Raffaele si è presentato in conferenza stampa, analizzando tutti i temi del match di domenica tra i suoi e la Casertana.

Queste le sue dichiarazioni:

"La Casertana è una squadra forte, che ha mantenuto l'ossatura dello scorso anno. È una squadra con grandi valori, sarà come sempre una partita tosta. Ci sono alcune squadre con bilanci e organici da serie B, poi c'è una fascia di outsider. È il campo il giudice supremo. Vogliamo cercare di ottenere il massimo da ogni partita, ma mai sentirci superiori o inferiori. Partendo dallo scorso anno, il risultato è stato ottenuto insieme. Sono rimasto in virtù degli ottimi rapporti con società e squadra. Se non si raggiunge il risultato dello scorso anno non è un fallimento, ma proveremo a scavalcare una delle favorite. I 42 punti sono il nostro primo obiettivo. Faremo di tutto per migliorare quanto fatto lo scorso anno. Sono soddisfatto dell'organico che mi è stato a disposizione, ho parlato coi ragazzi in esubero che se si presenteranno opportunità per andare via non porrò ostacoli, in caso contrario saranno alla pari con gli altri. Mancano tanto elementi come Franca e Jukic. La società sta facendo il massimo per trovare cosa ci serve. Bisogna trovare una soluzione ideale ed ottimizzante. La squadra ha un'identità, ora però si inizia a fare sul serio. Dobbiamo costruire le basi per il futuro, portando gente allo stadio e continuando sul solco tracciato lo scorso anno. Per quanto mi riguarda, l'organico è chiuso. Se succede qualcosa di estremamente positivo, poi si vedrà. Abbiamo lavorato bene in estate. Tatticamente vogliamo creare gioco in modo efficace. Dobbiamo sia cercare di fare la partita, che saper soffrire. Le prime tre giornate? Non ho obiettivi, sono tutte partite toste, non dobbiamo pensare ad altro se non fare punti. Dobbiamo essere squadra da subito. Gli episodi sono determinanti e bisogna cercare di limitare gli errori, soprattutto in questa fase iniziale della stagione. Sono contento dei nuovi arrivi. A Pisa pure abbiamo fatto bene, ma ora bisogna essere concreti. Gruppo solido, dispiace per chi non ci sarà, ma bisogna andare oltre. Ancora deve iniziare il campionato ed è giusto provare più soluzioni che possono essere importanti durante l'anno. Bisogna dare un minutaggio giusto a tutti, senza fare forzature. Coccia ora sta rientrando, Panico è un ragazzo in crescita, ma tutti sanno che devono guadagnarsi il posto. Ho più alternative rispetto allo scorso anno, anche in virtù dei cambiamenti delle norme relative alle liste. Siamo in linea con gli altri e comunque vedo una sana concorrenza tra i ragazzi. Ogni inizio porta curiosità. E una squadra si nota nel momento in cui riesce a uscire dai momenti difficili. Ci vuole disponibilità da parte di tutti. Il calcio è semplice bisogna essere corti e sviluppare gioco in maniera ordinata. Bisogna partire bene. Oggi ci sono stati alcuni problemi, valuterò domani quale formazione schierare."