LE PAGELLE - Bene la difesa, Castaldo leader immarcabile. Vacca da applausi, Blondett e Santoro fuori fase

14.04.2019 18:46 di Pasquale Gallo   Vedi letture
LE PAGELLE - Bene la difesa, Castaldo leader immarcabile. Vacca da applausi, Blondett e Santoro fuori fase

La Casertana torna a vincere in casa dopo la sconfitta col Rende e con la trasferta di Monopoli inanella due vittorie consecutive che la portano momentaneamente al 6 posto.

Ripresa migliore rispetto al primo tempo, deludenti le prestazioni di Blondett e Santoro, poi mister Pochesci cambia tatticamente e la squadra cresce. Castaldo super.

Adamonis 6 Non impegnato, nulla può sul rigore ben calciato da Vazquez. Secondo giallo consecutivo per perdita di tempo.

Blondett 4,5 Lento a rincorrere Russini al 9’, poi commette anche il fallo da rigore. Viene sostituito per scelta tecnica. (dal 37’ Zito 7 E’ altra musica, il suo ingresso cambia la gara, da solo sull’out di sinistra spacca la partita.)

Lorenzini 6,5 Oggi gioca senza nessuna preoccupazione, pare più sereno, butta meno palloni e gioca la palla con più disinvoltura. Un paio di appoggi sbagliati nella ripresa che non arrecano danno alla squadra

Rainone 6,5 Lottatore come sempre, poca roba per gli avanti ospiti.

Pascali 6,5 Preciso e attento nelle chiusure, pronto sulle palle alte.

Meola 6,5 Ottima prova sia in copertura sia quando c’è da spingere, tanta quantità oggi.

D’Angelo 6 Non sta benissimo, da il suo contributo, ma il rendimento non è ancora importante e decisivo.

Vacca 6,5 Tanto lottare in mezzo al campo, sta tornando ai suoi standard. Esce tra gli applausi dei tifosi. (40’ s.t. Mancino n.g.)

Santoro 5  Poco fluido, spesso in ritardo e troppi palloni sprecati. (dal 1’ s.t. De Marco 6,5 Era stato premiato poco prima della gara per le sue 150 presenze e quando entra fa sentire l’attaccamento a questa maglia. Tanta sostanza)

Padovan 6 Oggi si muove tanto, pochi punti di riferimento. Nel finale potrebbe realizzare in due occasioni.

Castaldo 8 Gioco, spazi creati, in appoggio ai compagni, oltre alla doppietta che fan scoppiare di gioia il ‘Pinto’, la seconda rete è una perla di coordinazione e potenza.