Akragas ancora tabù per una Casertana sprecona: a Siracusa è uno a uno

04.02.2018 16:24 di Antonio Papale  articolo letto 787 volte
Esultanza Turchetta
Esultanza Turchetta

​​​​​SIRACUSA - Una Casertana sprecona non riesce ad andare al di là del pari con l'Akragas. Turchetta illude, poi Dammacco riequilibra tutto.

PREPARTITA - A sorpresa D'Angelo mette fuori Alfageme e Rajcic, inserendo De Marco e Lorenzini. In casa Akragas, tanti nuovi in campo.

PRIMO TEMPO - Il match inizia dopo aver osservato un minuto di silenzio in memoria dell'ex ct Vicini, scomparso nei giorni scorsi. Fase iniziale che vede le due squadre studiarsi. Al 2' ci prova Zibert, pallone che termina fuori. Al 5' buon calcio di punizione guadagnato da Turchetta dopo una palla persa a centrocampo dall'Akragas. E' lo stesso fantasista che poi calcia tra le braccia di Vono. Da elogiare i 23 tifosi rossoblù presenti a Siracusa. Partita che al momento vive sui binari di un certo equilibrio. Al 15' conclusione da posizione defilata di Padovan: deviazione di un difensore akragantino e palla che finisce prima sul palo a Vono battuto poi in angolo. Due minuti dopo, ci prova De Rose ma il portiere siciliano blocca a terra. Casertana che inizia a essere padrona del campo. Al 20' ci prova anche De Marco: pallone in angolo. Al 24' gol di Turchetta che riceve un lancio da dietro, stoppa il pallone, sfrutta un errore della difesa locale e la mette sul palo più lontano. Risultato che si mette sui binari più congeniali a D'Angelo e soci. Casertana che sta interpretando bene la partita anche in fase di non possesso. Passata la prima mezz'ora e falchetti meritatamente avanti per quanto visto sinora. Al 33' ci prova D'Anna ma Vono c'è. Sembra un monologo rossoblù. Al 37' arriva il secondo palo dei falchetti con Pinna: sulla stessa azione, D'Anna spara alto. Al 39' De Marco spara fuori, poi Turchetta invita Vono alla parata. Casertana che ora meriterebbe nettamente di più del solo gol di vantaggio, Akragas assente dalle parti di Forte. E il primo tempo si chiude con la Casertana in vantaggio ed in controllo della situazione, ma che soprattutto avrebbe meritato in più di un'occasione il secondo gol.

SECONDO TEMPO - Ripresa che comincia con tre cambi per Di Napoli, e proprio uno di questi, Dammacco, pareggia subito su cross di Zibert. Al primo tiro in porta di tutta la partita e dopo aver letteralmente dominato il primo tempo, la Casertana subisce gol. Ed è forse questa la sintesi della stagione rossoblù. Akragas rivitalizzato e Casertana che sembra scioccata. Anzi è Rainone al minuto 8' a evitare guai anticipando Camarà. Al 18' ci prova Carriero ma Vono para. Più passano i minuti, più la Casertana ha fretta di tornare avanti. Ci prova anche De Vena, ma senza esito. E' una Casertana letteralmente diversa da quella brillante del primo tempo. Svolta possibile al 30': Padovan viene falciato da Pisani a pochi metri da Vono, rosso e punizione dal limite per i falchetti, che batte De Vena, ma sulla quale Vono c'è. D'Angelo le prova tutte, anche Alfageme che è stato sorprendentemente escluso dai titolari. Al 44' ci prova De Rose: niente da fare. I rossoblù ci provano, ma senza essere incisivi. E finisce con un pari che per la Casertana potrebbe pesare tantissimo in ottica salvezza. E domenica arriva il Trapani al Pinto. 

Tabellino:

Akragas: Vono, Scrugli, Danese, Pisani, Saitta (46' Pastore), Zibert, Carrotta, Mileto, Bramati (46' Sanseverino), Camarà (77' Navas), Moreo (46' Dammacco). A disp.: Lo Monaco, Raucci, Petrucci, Ioio, Gjuci, Canale, Minacori, Caternicchia. All.: Di Napoli.

Casertana: Forte F., Lorenzini, Rainone, Polak (58' De Vena), Pinna (69' Meola), De Rose, D'Anna, Turchetta, Padovan, Carriero (79' Alfageme), De Marco (58' Romano). A disp.: Cardelli, Gragnaniello, Finizio, Forte Fr., Rajcic, Cigliano, Santoro, Tripicchio. All.: D'Angelo.

Arbitro: Vigile di Cosenza

Reti: 24' Turchetta (Ca), 46' Dammacco (Ak)

Ammoniti: 28' D'Anna (Ca), 44' Pinna (Ca), 47' Scrugli (Ak) 59' De Rose (Ca),  67' Zibert (Ak)

Espulsi: 75' Pisani (Ak)

Corner: 1-5

Recupero: 1';