Ancora Corado! La Casertana sbanca Monopoli al 92'

08.03.2020 16:53 di TC Redazione   Vedi letture
Caldore e Carriero
Caldore e Carriero

Una vittoria arrivata a tempo scaduto che spezza un tabù lungo 91 giorni. La Casertana vince in trasferta tre mesi esatti dopo (l'ultima volta fu a Terni) e coglie la seconda vittoria di fila. A decidere Corado che come tre anni fa si ripete al 'Veneziani'.

Ginestra recupera Tascone che prende il posto di Clemente e inserisce Origlia per lo squalificato Castaldo. Scienza senza Giorno appiedato per un turno, Maestrelli dall’inizio e Salvemini preferito a Cuppone. In campo l’ex Carriero mentre Jefferson parte dalla panchina. Si gioca in un clima spettrale senza tifosi e una paura per il coronavirus palpabile nell’aria.

Quattro minuti e Salvemini scalda le mani a Crispino. Il numero 7 entra in area dalla sinistra e calcia sul primo palo dove però si fa trovare pronto l’estremo difensore. Tattica attendistica degli ospiti che provano a ripartire in contropiede. E all’undicesimo un tiro in controbalzo di D’Angelo non viene agganciato sotto porta da Starita lasciato colpevolmente solo e in posizione regolare dalla difesa pugliese. Si rifanno vivi i biancoverdi al quarto d’ora con un cross di Fella su cui si avventa Salvemini ma l’incornata è alta. Come è sbilenca e ben distante dallo specchio il tiro di Piccinni al 18’. E’ un botta e risposta e sette giri di lancette dopo su una punizione di Varesanovic Origlia colpisce al volo con la palla che finisce sul palo esterno terminando la propria corsa sul fondo. Donnarumma fa tutto da solo al 38’ quando salta due avversari e mette al centro dalla sinistra dove Crispino respinge con i piedi. Un minuto dopo Starita prova a partire poi cade in area sbilanciato ma per l’arbitro è tutto regolare nonostante le proteste rossoblù. Allo scadere è il turno di Fella che si accentra dalla destra ma conclude debolmente tra le braccia del portiere. Termina così un primo tempo equilibrato e lo 0-0 è lo specchio di quanto visto sul terreno di gioco.

La ripresa si apre con un tiro di Fella che non sortisce alcun effetto e una punizione al 57’ di Salvemini che sfiora il palo dando solo l’illusione del gol. Col passare dei minuti aumenta la pressione monopolitana poi staffilata improvvisa di D’Angelo che sorvola la traversa. Pericolo biancoverde al 72’ con Fella che si coordina all’altezza del dischetto e colpisce a botta sicura, Petta si immola e respinge col corpo salvando i suoi. Girandola di sostituzioni con cinque cambi in sessanta secondi. I due allenatori provano a mescolare le carte in cerca del guizzo vincente. In realtà non accade proprio più nulla fino al 92' quando l'arbitro decreta un sacrosanto rigore per i falchetti dopo atterramento di Corado del portiere Antonino. Sul dischetto si presenta Corado che non perdona regalando tre punti pesantissimi alla Casertana.

MONOPOLI: Antonino, Salvemini (59’ Jefferson, 76’ Cuppone), Piccinni, Tsonev (84’ Nanni), Maestrelli (75’ Arena), Donnarumma, Carriero (76’ Mercadante), Rota, Fella, De Franco, Hadziosmanovic

CASERTANA: Crispino, Caldore, Petta, Starita (77’ Corado), D’Angelo, Longo (84’ Rainone), Adamo (77’ Paparusso), Varesanovic, Origlia, Silva, Tascone (68’ Clemente)

ARBITRO: Vigile di Cosenza

RETE: Corado al 92'

AMMONITI: Caldore, Tascone, Tsonev, Paparusso, Antonino

ESPULSO: D'Angelo