Casertana altro clamoroso tonfo! Il Rende fa il colpo al Pinto, esordio amaro per Pochesci

31.03.2019 20:29 di Luca Petrone   Vedi letture
Gigi Castaldo
© foto di Giuseppe Scialla
Gigi Castaldo

Ennesima sconfitta interna per i falchetti: è 1-2 al Pinto tra Casertana e Rende. Sconfitta immeritata che però brucia e rischia di pregiudicare in maniera definitiva la corsa ai playoff. Gara nervosa e piena di contestazioni per le reiterate perdite di tempo degli ospiti, conclusasi in un vero e proprio incubo per i tifosi di casa.

Primo tempo:

Inizia meglio il Rende che prova subito a colpire con Actis Goretta quando i minuti sul cronometro sono solo cinque, ma il colpo di testa è alto. Risponde subito la Casertana con Castaldo che prima prova un diagonale in area senza riuscire a dar forza e poi grazie ad uno sciagurato retropassaggio di Viteritti che lo libera da solo verso la porta ma il numero dieci conclude male alla sinistra di Borsellini. Tornano a rendersi pericolosi gli ospiti al 15’ con Awua che in tuffo di testa sfiora la rete del vantaggio. Padroni di casa che assumono gradualmente il controllo della gara e si guadagnano al minuto 31’ un calcio di rigore con Padovan che viene steso in area. Dagli 11 metri si presenta il solito Castaldo che però sbaglia anche grazie ad un prodigioso intervento di Borsellini che si distende bene alla sua destra e manda in corner. Partita che rimane accesa ma che non regala altre occasioni da gol sino al fischio dell’arbitro, primo tempo senza reti.

Secondo tempo:

Nemmeno il tempo di rimettere piede in campo e Pinto subito ammutolito grazie al sinistro al volo dal limite di Awua che fredda Adamonis realizzando una gran rete per il vantaggio dei suoi. Buona la reazione d’orgoglio della Casertana che riesce a trovare il pareggio con Castaldo che all’8’ minuto spinge in rete un suggerimento rasoterra dalla sinistra di Padovan. Entusiasmo apparentemente ritrovato ma al minuto 11’ ci pensa un calcio di rigore a spezzare le ali dei falchetti: sul dischetto trasforma Negro. Rossoblu che dominano ma non riescono a trovare il tanto agognato pareggio mentre il tempo scorre inesorabile. I minuti sono 80’ quando il Rende ha l’occasione per chiudere la gara di nuovo con Awua che si fa tutto il campo in slalom ma la conclusione finisce di un soffio a lato. Cross di Cigliano e girata centrale di D’Angelo, blocca Borsellini quando ormai siamo al 90’ e le speranze iniziano a spegnersi. Non bastano i (pochi) cinque minuti di recupero, i tre punti se li aggiudica il Rende.

CASERTANA: Adamonis, Rainone, Vacca (61’ Romano), Blondett, D’angelo, Floro Flores (90’ Zaccaro), Castaldo, Santoro (Cigliano 75’), Padovan, Pascali, Meola

RENDE: Borsellini, Viteritti, Maddaloni, Actis Goretta (90’ Bonetto), Rossini, Germinio, Franco, Borello (83’ Vivacqua), Awua (83’ Cipolla) , Sabato, Negro (68’ Blaze)

Tabellino: Ammoniti Germinio, Sabato, Vivacqua (RE); Santoro, Padovan (CA)

Marcatori: Awua 46’, 57’ (RE); Castaldo 53’ (CA)


Arbitro: Pasciuta di Ravenna