Casertana double face. Solo pari con il Picerno

I rossoblù avanti nel primo tempo subiscono il pari a pochi minuti dalla fine
22.09.2019 17:05 di Riccardo Marocco   Vedi letture
Il gol di Castaldo
Il gol di Castaldo

PICERNO-CASERTANA 1-1

PICERNO (3-5-2): Pane; Bertolo (35’ st Nappello), Fontana, Lorenzini; Melli (25’ st Fiumara), Calamai (8’ st Vrdoljak), Pitarresi, Kosovan, Guerra; Esposito (8’ st Calabrese), Sparacello (8’ st Santaniello). All. Giacomarro.

CASERTANA (3-5-2): Crispino; Longo, Silva, Caldore; Adamo (12’ st Clemente), D’Angelo, Santoro (45’ st Matese), Laaribi (12’ st Paparusso), Zito (26’ st Varesanovic); Starita (44’ st Cavallini), Castaldo. All. Ginestra.

Arbitro: Cosso di Reggio Calabria

RETI: 33’ pt’ Castaldo (C); 40’ st Santaniello (P)

Una Casertana dai due volti si vede imporre il pari da un generoso Picerno. Primo tempo con i rossoblù sugli scudi nonostante una partenza con il freno a mano tirato con vantaggio meritato ad opera del solito Castaldo. Nella ripresa, la Casertana progressivamente arretra il suo baricentro lasciando campo e iniziativa al Picerno che raggiunge il pareggio nel finale grazie a Santaniello. Un pareggio carico di rimpianti per la Casertana per come si era messa la partita, ma più che giusto per il buon secondo tempo del Picerno.

Primo tempo Nelle fasi iniziali della gara, dopo l’ormai classica fase di studio, è il Picerno a farsi più intraprendente e al 6’ un’incursione di Sparacello crea qualche grattacapo alla difesa rossoblù. Al 12’, dopo una conclusione dalla distanza di D’Angelo senza fortuna, il Picerno va vicinissimo al vantaggio con Guerra che, smarcato da Sparacello, trova l’opposizione in uscita alla disperata di Crispino che salva la sua porta. Con il passare dei minuti, però, la Casertana acquisisce ordine e sicurezza e al 18’ sfiora il gol con Starita che su azione di rimessa si invola verso l’area avversaria grazie a un preciso lancio di D’Angelo, ma la conclusione dell’ex Bisceglie si perde a lato. Al 29’ il Picerno sfiora l’autogol con un colpo di testa all’indietro di Fontana sul quale il proprio portiere Pane è costretto a un difficile intervento. Il gol è nell’aria e giunge puntuale al 33’ con un colpo di testa di Castaldo, su traversone dalla destra di Adamo, che non lascia scampo al portiere avversario. Al 40’ rovesciata spettacolare di Castaldo ma la conclusione, centrale, è facile preda di Pane. Al 41’ rossoblù ancora pericolosi con un contropiede di Starita che, però, non trova il varco giusto per l’ultimo passaggio.

Secondo tempo L’inizio ripresa del Picerno è veemente, come, del resto, c’era da aspettarselo. I locali reclamano in un paio di occasioni per un fallo dentro l’area di rigore, anche se bisogna aspettare il quarto d’ora per assistere al primo tiro in porta della ripresa del Picerno con una punizione di Vrdoljak che termina a lato. Ginestra prova a cambiare assetto sostituendo Laaribi con Paparusso, Adamo con Longo, spostando Zito come mezzala e avanzando lo stesso Longo sulla linea di centrocampo. Al 20’, però, Picerno pericolosissimo con Kosovan il cui colpo di testa da buona posizione si perde alto sulla traversa. I padroni di casa insistono ma senza rendersi particolarmente pericolosi. Al 28’ Santaniello, subentrato a Sparacello, ci prova di testa ma la palla è alta. Al 33’ ancora Santaniello protagonista e stavolta va molto vicino al gol su assist di Calabrese, ma la conclusione da sotto misura dell’attaccante lucano termina a lato. Un giro di lancette dopo è Fiumara a mettere i brividi alla difesa casertana con una conclusione dal limite dell’area che sfiora la traversa. Il pareggio lucano, meritato, giunge al 40’ con il solito Santaniello che su cross dalla sinistra di Pitarresi anticipa Crispino in acrobazia e insacca. L’adrenalina in campo è a mille, anche la Casertana prova a riprendersi la vittoria, ma non succede più nulla di significativo e la gara termina con un giusto pareggio.