Casertana quanti regali, festa Viterbese al Pinto. Rossoblù sempre più a picco

17.03.2019 16:32 di Luca Petrone   Vedi letture
Meola in gol
© foto di Giuseppe Scialla
Meola in gol

Rocambolesco 3-4 al Pinto, la Viterbese si aggiudica lo scontro diretto. Gara di grande sofferenza per i falchetti che più volte sono riusciti a riportare il punteggio in parità rimontando ma complice una prestazione difensiva insufficiente si sono dovuti arrendere alla maggiore concretezza avversaria.

Primo tempo:

Partita giocata su buoni ritmi da entrambe le squadre ma piuttosto arida di emozioni e senza palle gol per diversi minuti. Il match si accende all’improvviso al 20’ con la Viterbese che conquista un calcio di rigore: Blondett gestisce molto male la palla in area facendosela goffamente soffiare da Bismark e poi lo atterra. Trasforma dagli undici metri Pacilli, ospiti in vantaggio. Prova la reazione la Casertana con Cigliano che al 29’ si libera con un gran numero in area ma non riesce a battere Valentini. Passano pochi secondi e di nuovo Cigliano stavolta partendo dalla fascia sinistra serve un ottimo pallone che per poco Castaldo non riesce a girare in rete. Insistono i falchetti e al 31’ trovano finalmente il meritato pareggio: numero di Castaldo che dalla sinistra serve un delizioso pallone di esterno che Meola deve solo spingere in rete. Il pareggio dura ben poco, Pascali stende Zerbin ed è di nuovo tiro dagli undici metri ed è di nuovo Pacilli al minuto 34’ a trasformare. Padroni di casa che subiscono molto il contraccolpo e concedono addirittura il terzo gol, difesa ancora distratta e a punirla ci pensa Tsonev. Pesante 1-3 all’intervallo.

Secondo tempo:

Pronti via e Cigliano è subito lanciato da Castaldo a tu per tu con Valentini ma il tiro è murato. Reazione dei padroni di casa che prende forma al minuto numero otto quando viene concesso il terzo calcio di rigore della gara, Castaldo non sbaglia e partita subito riaperta. La Casertana ci crede e al 63’ viene premiata: contropiede guidato da Cigliano che con l’esterno allarga per Zito mettendolo a tu per tu con Valentini ed è 3-3 al Pinto. Partita incredibile, al minuto 67’ deve intervenire anche Adamonis che con una prodezza neutralizza il sinistro pericoloso di Mignanelli. Il pubblico spinge per il gol vittoria ma sopraggiunge inevitabile la stanchezza e il match si addormenta. Forcing finale che inizia all’80’ con Castaldo che da pochi metri non riesce a gonfiare la rete in tuffo di testa. Gli ospiti si difendono e ripartono ed arriva la beffa per la Casertana al minuto 87’: Rinaldi lancia lungo e trova Mignanelli che manda a vuoto Pascali e batte Adamonis per il clamoroso 3-4 finale. Si spengono così le speranze dei tifosi, è sconfitta interna per i falchetti.

CASERTANA: Adamonis, Zito, Vacca, Blondett, De Marco (Santoro 83’), Castaldo, Romano, Lorenzini, Cigliano, Pascali, Meola

VITERBESE: Valentini, Atanasov, Rinaldi, Coda (Sini 66’), Ngissah (Vandeputte 66’), Baldassin, Zerbin (De Giorgi 36’), Mignanelli, Pacilli (Polidori 57’), Damiani, Tsonev (Cinciarelli 57’)

Tabellino: Ammoniti Blondett, Santoro (C); Coda, Damiani, Sini, Mignanelli (V)

Marcatori: Pacilli 21’,34’, Tsonev 45’, Mignanelli 87’ (V); Meola 31’, Castaldo 53’, Zito 63’(C)

Arbitro: Tremolada di Monza