Casertana sterile, la Reggina vince con merito. I playoff restano in bilico

20.04.2019 16:25 di Pasquale Gallo   Vedi letture
Un'azione della gara
Un'azione della gara

Non riesce la Casertana ad inanellare la terza vittoria consecutiva, gara spigolosa e infuocata al ‘Granillo’ con i padroni di casa che meritano la vittoria producendo nel primo tempo diverse occasioni gol, nella ripresa si gioca meno, ma Kirwan trova il vantaggio dopo un’indecisione di Adamonis. La Casertana è ottava a + 3 sul Rende undicesimo, e domenica nuovo scontro diretto in casa col Potenza.

Primo tempo – E’ una Casertana fortunata quella della prima frazione con la Reggina che ha almeno quattro occasione gol nitide. Al 2’ Tulissi nell’area piccola senza portiere clamorosamente tocca male il pallone mandandolo a lato, occasione nata da un pallone messo in mezzo da Bellomo da sinistra , al 14′ difesa rossoblù presa in contropiede con  Bellomo che salta due avversari ed allarga il gioco per Franchini cross in mezzo all’indirizzo di Tulissi che calcia in piena area,  si supera  Adamonis che salva.

I rossoblù tentano sempre la giocata a sinistra per Zito, che prova a mettere sempre palla al centro. Al 13’ è De Marco a provare la conclusione , parato in due tempi da Confente.

Al 14’ Reggina vicina al gol: pallone messo in mezzo da Strambelli, velo di Bellomo, allo sue spalle Tulissi stoppa e calcia, ancora provvidenziale la respinta di Adamonis che devia la sfera contro il palo.

La Reggina al 26’ colpisce anche la traversa, angolo di Strambelli e stacco imperioso di Kirwan che trova solo il legno.

Al 39′, favorito da un rimpallo tra Solini e Blondett, Castaldo riesce a concludere per la prima volta verso la porta di Confente, la girata è però debole.

Ultima occasione della prima frazione al 41′, con De Falco che calcia dalla distanza con Adamonis con una mano compie una prodezza e manda la sfera oltre la traversa, in angolo.

Secondo tempo – Ripresa più timida per i 22 in campo, primi minti senza ritmo con Pinna che rientra in campo al 58’ dopo un lungo infortunio, prende il posto di De Marco.

Primo squillo al 60’ per la Reggina che ci prova con Bellomo, da fuori area spostato a destra, palla che esce un metro alla destra di Adamonis sul pallone.

I calabresi trovano il gol del vantaggio al 75’, Bellomo prova a incrociare, non perfetto Adamonis e ne approfitta Kirwan che insacca sottomisura. Poi nulla più solo nervosismo e tanto tempo perso.

Reggina: Confente, Conson, Salandria, De Falco, Franchini, Tulissi (63’ Martiniello), Solini (82’ Pogliano) , Gasparetto, Kirwan, Strambelli (91’ Marino), Bellomo (82’ Baclet). A disposizione: Farroni, Seminara, Sandomenico, Ciavattini, Procopio, Redolfi, Ungaro, Doumbia. Allenatore: Cevoli.

Casertana: Adamonis, Rainone, Zito, Vacca (75’ Santoro), Blondett (82’ Cigliano), De Marco (58’ Pinna), D’Angelo, Castaldo, Lorenzini, Padovan, Pascali. A disposizione: Zivkovic, Ciriello, Santoro, Matese, Gonzalez, Genovese, Moccia, Leonetti. Allenatore: Pochesci.

Arbitro: Nicolò Marini di Trieste (Mattia Segat e Federico Polo-Grillo  di Pordenone).

Rete: 76’ Kirwan

Ammoniti: Rainone, Zito, D’Angelo, Blondett, Adamonis (Cas.);  Salandria, Strambelli (Reg.)

Note: 10.391 spettatori presenti al ”Granillo” 7.487 i paganti (di cui 42 ospiti) che vanno ad aggiungersi ai 2.904 abbonati. L’incasso totale è di 54.091,75 euro, di cui 31.670,30 euro è la quota dei paganti

Recupero 2’ e 5’