Falsa partenza in Coppa, la Casertana si scioglie ai supplementari

04.08.2019 21:28 di Pasquale Gallo   Vedi letture
Falsa partenza in Coppa, la Casertana si scioglie ai supplementari

E’ il secondo trofeo nazionale, ma la Coppa Italia poteva essere solo una vetrina e una marcia di avvicinamento al prossimo campionato di terza serie. C’era molta curiosità per vedere la nuova formazione plasmata da mister Ginestra nel precampionato svolto a Roccaraso, con un mix interessante di giovani e calciatori esperti, che a sorpresa dopo le dichiarazioni di giugno, vestono ancora la casacca rossoblù.

Test probante con un Catanzaro pronto a lottare per i primi posti del girone C con in panchina ancora mister Gaetano Auteri.

L’allenatore di Pozzuoli schiera il 3-5-2 con Crispino in porta, Clemente, Rainone e Caldore che formano i tre della difesa, il centrocampo è invece formato da Santoro, Laaribi e D'Angelo mentre gli esterni sono Longo sulla sinistra e Zito sulla destra, il reparto avanzato è formato da Castaldo e Starita.

Nella ripresa spazio per Floro Flores, Adamo e Lezzi e nel finale di gara i rossoblù trovano il pareggio per allungare la gara ai supplementari, ma la gioia dura poco e meritatamente il Catanzaro guadagna il pass per il prossimo turno con la Salernitana.

Primo tempo - Il primo pericolo della gara è per i calabresi con Giannone che imbecca Di Livio, è attento Caldore che in spaccata, con qualche rischio, manda in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Celiento di manda la sfera di poco a lato.

La Casertana è guardinga: prima ci prova con Santoro che prova una improbabile conclusione dal limite che trova pronto l’ex Adamonis, poi al 24' Castaldo calcia dal limite con palla che si stampa sul palo.

Pressing rossoblù alla mezz’ora con cinque angoli guadagnati consecutivamente, nel mezzo una conclusione velenosa su punizione di Zito al 33’ con Adamonis che devia e al 35’ tacco di Zito per Laaribi che impegna severamente l’estremo difensore con una gran bordata, deviazione provvidenziale ancora in angolo.

Secondo tempo – Nemmeno il tempo di organizzarsi che il Catanzaro passa in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione sulla mediana, De Risio mette in mezzo per  Martinelli che prova la girata al volo che diventa un assist per Calì che da pochi passi di testa batte Crispino.

I rossoblù provano a reagire immediatamente, prima con un tiro cross di Zito deviato da Adamonis, poi con Laaribi che prima su punizione poi sulla susseguente conclusione viene murato.

Al 52' ci prova De Risio con un tiro da fuori che esce di poco sopra la traversa.

Al 65’ subito pericoloso Kanoute entrato da due minuti che prima si procura un calcio d'angolo e poi dal rispettivo corner tenta di sorprendere Crispino con un colpo di tacco.

Casertana che prova a pungere al 67’, angolo lungo al secondo palo di Laaribi per Longo che prova a sorprendere che riesce nuovamente a mandare in angolo, i corner sono 12 per i rossoblù contro i due battuti dai padroni di casa.

Squadre ora più lunghe con qualche spazio in più, al 73’ Kanoute serve Di Livio che prova il tiro a giro con la sfera che esce di poco fuori, con Crispino che nulla poteva.

Mentre il Catanzaro cerca di addormentare il gioco con molto possesso palla arriva la rete del pari con Cavallini bravo a piazzare rasoterra la sfera angolata alle spalle di Adamonis con un tiro forte e preciso dai trenta metri, all’83’ formazioni nuovamente in parità.

Tempi supplementari – Falchetti ancora in svantaggio al 3’. Subiscono gol nuovamente alla ripresa del gioco, difesa poco attenta su Nicastro sugli sviluppi di calcio d'angolo battuta da Di Livio da sinistra, prende il tempo a tutti e con un preciso colpo di testa batte Crispino.

Giallorossi che chiudono la gara allo scadere del primo tempo supplementare con Kanoute che servito da De Risio aspetta Crispino e lo batte con un pregevole colpo sotto.

Poker ad inizio secondo tempo supplementare, al Nicastro insacca sotto porta dopo una respinta di Crispino su un tiro da fuori di Risolo.

Buona prova nei novanta minuti, poi il vero Catanzaro mette alle corde la Casertana.

CATANZARO (3-4-3): Adamonis, Celiento, Martinelli, Riggio, Nicoletti (84' Signorini), Urso (92' Risolo), Di Risio, Di Livio, Casoli, Giannone (65' Nicastro), Calì (65' Kanoute). In panchina: Mittica, Favalli, Maita, Fischnaller, Figliomeni, Cristiano. All. Auteri

CASERTANA (3-5-2): Crispino, Ranione, Caldore, Santoro (72' Lezzi), Starita, D'Angelo, Castaldo, Longo (99' Adamo), Laaribi (78' Cavallini), Clemente, Zito (61' Floro Flores). In panchina: Zivkovic, Galluzzo, Gonzales, Ciriello, Matese, Varesanovic. All. Ginestra

ARBITRO: Pantella di Bari - Assistenti Dentico e Carella di Bari

RETI: 47’ Calì, 83’ Cavallini, 93', 110’ Nicastro, 103' Kanoute

AMMONITI: Giannone, Martinelli, Casoli (CZ); Clemente, Rainone (CE)

RECUPERO: 2' - 3' 

ANGOLI: CZ: 3- CE: 14

Spettatori 4.879 (70 ospiti) per un incasso di 29.000 euro