Il Foggia passa facile al 'Pinto': 3-0 alla Casertana con doppio Mazzeo e sigillo di Di Piazza

 di Raffaele Cozzolino  articolo letto 783 volte
Un'azione della gara
Un'azione della gara

CASERTA - La Casertana esce sconfitta dal big match contro la capolista Foggia, che fa un passo decisivo verso la Serie B. Il risultato finale è di 3-0. I due gol che spezzano l'equilibrio arrivano a cavallo dell'intervallo con Mazzeo che indirizza il match nei minuti di recupero della prima frazione e Di Piazza che spezza le gambe ad inizio della ripresa. E' ancora Mazzeo a chiudere i conti realizzando il penalty del tris. Solo una vittoria per i falchetti negli ultimi sette incontri.

PREPARTITA - Mister Tedesco torna ad usare Carriero come uomo alle spalle dei due attaccanti, nella circostanza Corado e Ciotola preferiti a Orlando e Cisotti. Inserito a centrocampo Magnino che completa il duo Giorno-De Marco, ed è proprio lui che va, a sorpresa, in cabina di regia al posto dello squalificato Rajcic. In difesa confermato Finizio. Per il Foggia dentro Mazzeo, Di Piazza e Chiricò a formare il tridente offensivo.

PRIMO TEMPO - Partenza forte da parte del Foggia che vuole subito indirizzare il match, al 2’ è Ramos a mettere in pericolo la porta di Ginestra ma l’estremo difensore rossoblù disinnesca il pericolo mettendo in angolo. Passano tre minuti ed è Chiricò a seminare il panico ed a tentare l’imbucata per DI Piazza che, però, si imbatte nel primo miracolo della partita da parte del solito Ginestra. Al 7’ è Deli che tenta il tiro da fuori, la palla esce di poco. E’ Corado, dopo altri sessanta secondi, che di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, prova a scuotere la Casertana: Guarna para facile. L’argentino ci riprova, con la stessa dinamica, per due volte ma nella prima occasione è Coletti a deviare in angolo, nella seconda la sfera esce di un niente, siamo intorno al decimo minuto. Al 16’ gran cross di Rubin che arma il destro di Mazzeo, è ancora Ginestra a dire di no. Al 20’ Giorno cerca la conclusione da fuori ma il risultato è pessimo. Il numero quattro rossoblù ci riprova a distanza di due minuti, colpisce bene la sfera ma la palla finisce a lato. Intorno alla mezzora, in un momento di stanca della partita in termini di occasioni ma non di ritmo, Tedesco inverte il play davanti alla difesa: De Marco, con Magnino che si sposta in posizione di mezzala. Al 44’ occasione per il Foggia: gran punizione di Coletti, da posizione defilata, che coglie il palo a Ginestra battuto. Nel recupero assegnato da Piscopo di Imperia il Foggia trova il vantaggio: gran pennellata di Chiricò su calcio da fermo, è Mazzeo che di testa batte Ginestra, doccia freddissima per i falchetti. 

SECONDO TEMPOL’inizio di ripresa è da k.o. per i falchetti: al 4’ è una palla in profondità che premia il taglio di Di Piazza che prima batte di forza Lorenzini e poi è fortunato su un rimpallo con Ginestra: è 2-0. La Casertana è nel pallone: al 6’ è ancora Coletti su punizione che coglie il suo secondo legno della partita, la traversa sputa il pallone al centro dell’aria di rigore dove Agnelli batte a colpo sicuro ma non fa i conti con Ginestra che devia in angolo. Tedesco prova a scuotere i suoi facendo entrare Orlando e Cisotti per Magnino e Ciotola. La risposta della squadra non è delle migliori. Ennesimo cambio campo effettuato dal Foggia alle spalle della difesa della Casertana: è Chiricò che si può involare verso Ginestra che gli sposta il pallone, è Agnelli che si avventa sul pallone e, secondo l’arbitro, viene travolto fallosamente dall’estremo difensore rossoblù: è rigore, Mazzeo lo realizza e fa 3-0 quando siamo giunti al 19’. Al 29’ prova a farsi viva la Casertana con una punizione dal limite di Ramos, ma la conclusione è centrale e ben parata da Guarna. Il Foggia contiene e la Casertana tenta di uscire un po’ dal suo torpore: il sinistro di Cisotti al 35’ è da dimenticare. Colpo di testa di Corado al 40’ ma sfera che termina sopra la traversa della porta difesa dall’estremo difensore pugliese. Nel finale non accade nulla ed arriva la seconda sconfitta consecutiva per la compagine rossoblù.

CASERTANA - FOGGIA 0-3 (/ - 45'+1' pt. Mazzeo, 4' st. DI Piazza, 19' st. rig. Mazzeo)

CASERTANA (4-3-1-2) - Ginestra; Finizio, D'Alterio, Lorenzini, Ramos; Magnino (13' st. Orlando), Giorno, De Marco; Carriero (28' st. Colli); Ciotola (13' st. Cisotti), Corado. A disp.: Fontanelli, Simone, Diallo, Petricciuolo, Rainone, Taurino. All.: Andrea Tedesco.

FOGGIA (4-3-3) - Guarna; Loiacono, Coletti, Martinelli, Rubin; Agnelli, Vacca, Deli (31' st. Gerbo); Chiricò (22' st. Angelo), Mazzeo, Di Piazza (20' st. Sarno). A disp.: Figliomeni, Sainz Maza, Empereur, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Sanchez, Martino, Faber. All.: Giovanni Stroppa.

ARBITRO - Fabio Piscopo di Imperia. ASSISTENTI - Loni di Cagliari e Affatato di Verbania. 

TABELLINO

MARCATORI - Mazzeo (F), Di Piazza (F), rig. Mazzeo (F)
AMMONITI - Martinelli (F), Finizio (C), Lorenzini (C), Giorno (C), Loiacono (F), Orlando (C)
ESPULSI - /.