La Casertana si illude con Caldore, Curiale la riagguanta: al Massimino finisce in parità

Rossoblù che allungano il digiuno esterno
24.11.2019 16:52 di Antonio Papale   Vedi letture
Marco Caldore
© foto di Giuseppe Scialla
Marco Caldore

Una prestazione ordinata, soprattutto nel primo tempo, non basta alla Casertana per portare a casa il primo successo esterno stagionale. Nel primo tempo, Caldore porta in vantaggio i falchetti, poi ad inizio ripresa è Curiale a sfruttare un batti e ribatti e regalare il pari agli etnei. 

PREPARTITA - In casa rossoblù rientrano dal primo minuto Zito e Laaribi ed in panchina torna Clemente. In casa Catania fuori Lodi e dentro Catania con Mazzarani più arretrato. 

PRIMO TEMPO - Due minuti e Catania che ci prova con Rizzo, ma il pallone si spegne fuori dalla porta di Crispino. Al sesto ci prova Biondi, ma un difensore rossoblù devia in angolo. Tre minuti dopo e Rizzo spara alto. Al quarto d'ora tiro fuori di Zito. Minuto 19 e Starita da fuori area spara ma non è preciso. Partita non bella, ma le condizioni del campo stanno incidendo enormemente. Al minuto 36 falchetti in vantaggio con un gol di testa di Caldore sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Zito. Catania che va più di nervi nella sua reazione e rossoblù che per il momento controllano agevolmente. Al 44' arriva in corsa D'Angelo ma non inquadra la porta. È la fine di un primo tempo che vede la Casertana in vantaggio col gol di Caldore e che ha disputato sinora una gara accorta e intelligente. 

SECONDO TEMPO - Si riparte con gli stessi 22 del primo tempo, ed al terzo il Catania pareggia con Curiale bravo a sfruttare un batti e ribatti in area piccola su punizione di Mazzarani. Al minuto 11 tiro di Catania deviato in angolo, sul quale Silvestri spizza e Mazzarani non ci arriva. Minuto venticinque e Catania manda di poco fuori. Poi Dall'Oglio che ha lo stesso esito. Al minuto 33 è Barisic a sparare alto. Nel finale, accade poco e finisce in parità. Più contenti i falchetti, ma, poteva essere una vittoria. Ora Catanzaro in coppa Italia e tra sette giorni Paganese al Pinto. 

Tabellino:

Catania: Furlan; Esposito, Biagianti (63' Di Molfetta), Silvestri; Biondi (63' Calapai), Dall'Oglio, Rizzo, Mazzarani (73' Lodi), Pinto; Catania (73' Barisic), Curiale. A disp.: Martinez, Noce, Pino, Marchese, Fornito, Llama, Rossetti. All.: Lucarelli. 

Casertana: Crispino; Longo, Silva, Caldore; Adamo (88' Matese), D'Angelo, Santoro, Laaribi (55' Clemente), Zito; Origlia (55' Paparusso), Starita (76' Floro Flores). A disp.: Zivkovic, Galluzzo, Ciriello, Gonzalez, Zivkov, Varesanovic. All.: Ginestra. 

Arbitro: Moriconi di Roma 2

Reti: 36' Caldore (Ce), 48' Curiale (Ct) 

Ammoniti: 37' Curiale (Ct), 39' Origlia (Ce), 58' Pinto (Ct), 65' Silvestri (Ct), 91' Esposito (Ct), 91' Floro Flores (Ce) 

Espulsi:

Corner: 7-2

Recupero: 1'; 4'