La Casertana si sgretola nella ripresa e becca tre schiaffi dal Catania. Addio quarto posto

10.02.2019 18:22 di Luca Petrone   Vedi letture
Per i rossoblù duro ko
Per i rossoblù duro ko

Passivo pesante al Massimino: 3-0 per i padroni di casa. Partita in equilibrio nella prima metà di gioco ma senza storia nella ripresa, Casertana che era riuscita a difendersi per 50 minuti ma dopo aver concesso la prima rete è sparita dal gioco non riuscendo colpevolmente mai ad impensierire l’estremo difensore avversario.

Primo tempo:

Piccolo problema per Mancino nel riscaldamento e dunque a sorpresa parte Cigliano per i falchetti. Le due squadre si rispettano e si studiano molto, creando poche occasioni. Si fanno avanti gli etnei al 13’ con una percussione di Baraye sulla sinistra che supera Blondett, la palla poi raggiunge Marotta in area che però al volo spara alto. Il Catania tiene in mano il pallino del gioco e insiste rendendosi insidioso più volte senza però calciare in porta, con gli ospiti che si difendono bene e regalano ai propri tifosi una gara sostanzialmente equilibrata e aperta ad ogni risultato su un campo molto difficile. L’unica chance di portare i siciliani in vantaggio ce l’ha Biagianti che al 38’ sugli sviluppi di un corner riceve una sponda di Silvestri ma non riesce a spizzare in porta da posizione favorevole. Finisce 0-0 un primo tempo scialbo e senza vere occasioni da gol.

Secondo tempo:

Secondo tempo che sorride sin da subito ai padroni di casa che dopo soli cinque minuti si portano in vantaggio: leggerezza di Blondett che si fa soffiare la palla da Marotta nei pressi dell’area di rigore, pallone messo poi in area e battuto in rete proprio dall’ex Carriero. Gli ospiti subiscono il colpo e concedono tanto campo, campo che viene sfruttato benissimo da Lodi che lancia con un pallone delizioso Di Piazza in area di rigore il quale riesce a servire Marotta solo sul dischetto a tu per tu con Adamonis ed è 2-0 per il Catania. Crollo psicologico improvviso per i falchetti che provano a rialzarsi senza successo nei minuti successivi. Il colpo di grazia arriva al 79’ e a spargere un po’ di sale sulle ferite dei tifosi rossoblu ci pensa Curiale che su un filtrante di Manneh sfrutta una disattenzione di Pascali e riesce ad anticipare Adamonis in uscita. La partita è in ghiaccio: 3-0 al Massimino dopo i tre di recupero.

CATANIA (4-3-1-2): Pisseri, Calapai (Esposito 86’), Aya,Silvestri, Baraye,Carriero (65’ Angiulli), Bucolo, Biagianti, Lodi (Brodic 86’),Marotta (65’ Curiale), Di Piazza (77’ Manneh)

CASERTANA (4-3-3): Adamonis, Blondett (Gonzalez 88’), Rainone, Pascali, Meola, De Marco (68’ Romano), Vacca, Santoro, Padovan, Castaldo, Cigliano

Arbitro: D’ascanio di Ancona

Marcatori: Carriero (51’), Marotta (60’), Curiale (79’)

Ammonito: Blondett