Pari tra le polemiche a Lentini: Sicula Leonzio 2 Casertana 2

26.02.2020 16:51 di Luca Petrone   Vedi letture
Pari tra le polemiche a Lentini: Sicula Leonzio 2 Casertana 2

Pari tra mille polemiche, è 2-2 tra Sicula Leonzio e Casertana. Pur senza aver fatto risultato, i ragazzi di Ginestra hanno dimostrato un netto cambio di passo rispetto alle ultime uscite, riuscendo a mantenersi in vantaggio sull’avversario per gran parte della gara. Una fetta importante del risultato frutto delle difficili decisioni arbitrali.

Primo tempo:

Partita lenta su un campo in condizioni rivedibili. Il primo tiro è per i padroni di casa: azione insistita di Scardina che si accentra partendo dalla sinistra ma la sua conclusione è sbilenca.  Al 20’ passano improvvisamente in vantaggio gli ospiti: Zito si destreggia sulla sua fascia di competenza e appoggia un cross morbido col destro in area di rigore, D’Angelo si lancia ma non può arrivarci e così a deviare la sfera è Bariti il quale buca il suo stesso portiere con un preciso colpo di testa. La Casertana inizia a dominare, passano pochi minuti e D’Angelo va giù in area di rigore su sponda di Castaldo, per l’arbitro è penalty. Dal dischetto infallibile Gigigol infila l’ex Adamonis e raddoppia per i falchetti al minuto 27’. Neanche il tempo di riprendere fiato e la gara ci regala subito una nuova emozione: calcio d’angolo per la Sicula Leonzio battuto fuori area sul quale si avventa Provenzano che calcia di prima intenzione di esterno sinistro trovando una parabola imprendibile per Crispino. Accorciano le distanze i siciliani, partita apertissima. Sicula che continua ad insistere fino all’ultimo istante, con Scardina che spizza di testa un pallone messo in area da Parisi mancando di poco il bersaglio.

Secondo tempo:

La partita è viva e vegeta ed anche in questo secondo tempo ci si aspettano tante sorprese. I padroni di casa hanno una ghiottissima occasione al minuto 60’: Petta scivola e non riesce ad intercettare un suggerimento che giunge dunque a Provenzano libero di calciare in area ma è reattivo Crispino a respingere prima e fortunato poi sulla ribattuta sulla quale si avventa Lescano che manca incredibilmente il bersaglio con la porta sguarnita. I tentativi della Sicula Leonzio non riescono a portare frutti, con la Casertana che mantiene il vantaggio ma il muro dei campani crolla al minuto 78’: prima Silva salva sulla linea un colpo di testa di Provenzano, poi Caldore con un dubbio tocco di braccio in area che vale il calcio di rigore agli avversari. Dagli undici metri è freddo Lescano che batte Crispino che intuisce ma non può arrivare. Al Sicula Trasporti Stadium non ci si può annoiare: passano appena due minuti e sugli sviluppi di un piazzato Petta trova la rete del nuovo vantaggio che viene però immediatamente annullata dall’arbitro per un presunto tocco di mano, altra decisione dubbia e da analizzare più attentamente. La gara si chiude così con un pirotecnico 2-2: è questo il punto di svolta stagionale per la Casertana?

SICULA LEONZIO: Adamonis; Ferrara (74’ Sabatino) ; Bianchini; Sosa; Parisi (60’ Palermo); Bariti; Bucolo; Provenzano; Grillo; Lescano; Scardina (54’ Catania). All: Grieco

CASERTANA: Crispino; Petta; Silva; Caldore; Longo (69’ Adamo); D’Angelo; Santoro; Tascone (60’ Laaribi); Zito (28’ Zivkov, 60’ Paparusso); Starita (69’ Corado); Castaldo. All: Ginestra

ARBITRO: Paterna di Teramo

MARCATORI: Autorete Bariti 20’, Castaldo 27’ (C); Provenzano 30’, Lescano 78’ (SL)

TABELLINO: Ammoniti: Palermo (SL) Santoro,Tascone, Corado, Caldore, Petta (C)

Espulso il tecnico Grieco della Sicula Leonzio; ammonito a fine partita Ginestra