Rimpianti Casertana, il Teramo vince 4-3

27.10.2019 19:20 di Pasquale Gallo   Vedi letture
Zito in azione
Zito in azione

Non riesce l’impresa ai rossoblù che nonostante la formazione incerottata, ancora una volta, tiene testa ad un ottimo Teramo che nonostante vada sul 2-0 riceve sempre la risposta dei ragazzi di mister Ginestra che recuperano fino al 4-3 e nei minuti di  recupero a Adamo non riesce il ‘Miracolo’ di spingere il pallone dentro da posizione defilata. Finisce così con quattro punti la settimana di fuoco dei rossoblù che restano in zona play off all’ottavo posto.

Primo tempo – Terza gara in una settimana per gli uomini di mister Ginestra che dopo il pareggio di Castellammare con la Cavese e la vittoria interna col Monopoli affrontano con la stessa formazione di mercoledì il Teramo dietro ai rossoblù in classifica di due punti.

Prima occasione del match per gli ospiti con Laaribi al 5’ che servito in velocità in area stoppa il pallone e a tu per tu col portiere cerca di servire i compagni al centro area, ma è rimpallato.

La risposta del Teramo è immediata con Ilari che approfitta di un movimento in area di Mungo che gli lascia il pallone, gran botta, ma pala alta di un metro sulla traversa.

All’11’ ancora il Teramo in avanti con azione da sinistra, bravo Magnaghi che anticipa tutti con la punta del piede destro, palla alta sulla traversa.

Teramo in vantaggio al 14’: lancio lungo a scavalcare il centrocampo per Mungo che controlla in area, ma la palla sembra persa, poi ha uno strano rimbalzo sul sintetico e resta lì, lesto l’attaccante di esterno destro a battere Crispino.

Prova ad impensierire Tomei al 19’ Zito su punizione da venti metri, gran botta col mancino, palla non distante dall’incrocio.

Bella verticalizzazione di Zito per Starita al 25’, palla leggermente lunga per l’attaccante rossoblù.

Teramo che affonda sempre a sinistra, al 27’ palla persa a centrocampo da Longo con Mungo che attende Costa Ferreira che con un preciso destro da fuori area batte Crispino al primo palo.

Casertana sfortunata al 31’ con Laaribi che da fuori area cambia gioco per Paparusso che da pochi passi dalla porta di testa manda la palla a lato. Quattro minuti dopo è bravo l’estremo di casa a respingere una bella girata di Cavallini.

Casertana che attacca a testa bassa al 36’, prima arriva la conclusione di Starita appena in area palla che esce di un metro alla destra di Tomei, nemmeno un minuto e contropiede di Caldore con palla servita a Starita ancora rimpallato, arriva l’accorrente Laaribi ma la sua conclusione è tra le braccia le portiere.

Teramo che è sempre pericoloso con le palle alte, al 39’ vicino al gol Magnaghi che raccoglie di testa un traversone da destra, palla  leggermente sopra la traversa.

Cavallini si destreggia bene in area al 42’, vince anche due rimpalli in area, poi calcia clamorosamente sui cartelloni pubblicitari.

Rossoblù che accorciano le distanze su punizione allo scadere, Zito calcia da ventri metri forte sotto la barriera, Tomei la tocca, ma la sfera è nel sacco.

Secondo tempo -  Mentre la Casertana cerca di trovare la soluzione per offendere, il Teramo trova la terza rete al 5’ con Costa Ferreira che da sinistra crossa per Bombagi che insacca di testa più alto di Silva  battendo Crispino.

Rossoblù che ci credono e accorciano immediatamente, al 12’, calcio d’angolo di Zito da destra e colpo di testa di Paparusso che ben appostato al secondo palo trafigge la porta ospite.

Crispino salva per ben due volte al 14’, prima respinge una punizione, poi salva su Mungo che calcia da un metro.

Casertana che non demorde, azione da destra al 27’, palla per Laaribi al centro dell’area con conclusione stoppata dalla difesa.

Il Teramo in velocità trova il poker  al 33’ Mungo scappa sulla destra esce Crispino che lo tiene sulla linea, l’attaccante prova la conclusione a giro, Crispino scivola con la palla che termina in rete.

Gara chiusa? Nemmeno per sogno, due minuti e passaggio no look di Zito per Starita  in area, diagonale preciso che batte Tomei.

Falchetti che ci provano fino al 95’ con Adamo che all’ultimo respiro prova a spingere dentro un traversone partito da sinistra, palla che esce di un pelo.

Teramo: Tomei; Cancellotti, Cristini, Viero (29’ s.t. Arrigoni), Tentardini; Costa Ferreira (20’ s.t. Iotti), Piacentini, Ilari; Bombagi, Mungo (40 s.t. Santoro); Magnaghi (40’ s.t. Martiniago). All. Tedino

Casertana: Crispino; Clemente (5’ s.t. Adamo), Silva, Caldore; Longo, Laaribi ( 38’s.t.  Varesanovic), Lezzi (15’ s.t. Santoro), Zito, Paparusso ( 38’s.t.  Zivkov); Starita, Cavallini ( 38’s.t.  Origlia). All. Ginestra

Arbitro: Angelucci di Foligno – Assistenti: Mittica e Gregrorio di Bari

Reti: 14’ Mungo, 27’ Costa Ferreira, 45’ Zito, 55’ Bombagi, 57’ Paparusso, 78’ Mungo, 80’ Starita

Ammoniti: Ilari, Mungo, Tomei (Ter.), Zito, Lezzi (Cas.)

Note: Spettatori circa 2000 con 111 da Caserta. Recupero 0’ e 5’.