2019, il riscatto degli ex alieni...

02.08.2019 22:16 di Luca Petrone   Vedi letture
Antonio Floro Flores
© foto di Giuseppe Scialla
Antonio Floro Flores

Le parole del direttore Violante, che appena qualche giorno fa da ritiro di Roccaraso senza usare mezzi termini definì gli stipendi di molti dei big del tutto incompatibili con i piani societari, suonavano come una vera e propria sentenza. I tifosi della Casertana si erano ormai già preparati a dover salutare dopo una misera stagione quei grandi campioni che un anno fa di questi tempi li tenevano svegli la notte a sognare la serie B dopo tutti questi anni. In questi giorni, invece, pare sia arrivato il colpo di scena: Floro Flores ha deciso di decurtarsi lo stipendio pur di continuare a vestire la maglia rossoblu.

Sulla sua scorta, anche un sempre più confermato Castaldo e a sorpresa il duo D’angelo-Zito, che solo fino a pochi giorni fa era dato per sicuro partente. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno che potrebbe capovolgere le sorti della stagione dei falchetti, con un mercato che ha portato tanti volti giovani e che non ha visto nessuna cessione di rilievo, fatto salvo per il partente Pinna. Il potenziale asso nella manica di Ginestra, il nome che più incuriosisce è sicuramente però quello di Antonio Floro Flores: il centravanti napoletano classe 1983, atteso da tutti l’anno scorso come il vero e proprio “trascinatore” di quella formazione, proviene da una stagione certamente avara di soddisfazioni e finalmente può dimostrare di avere ancora voglia di rimettersi in gioco. Più di cento reti tra i professionisti, la maggior parte delle quali in serie A, all’età di 36 anni (Castaldo docet) ha ancora tutte le carte in regola per riscattarsi in una piazza che aspetta impaziente di vedere quella coppia d’attacco da sogno che potrebbe formare con Gigigol. Dai loro piedi potrebbero arrivare i punti necessari a terminare in posizioni di classifica non così basse come si poteva pensare, dal loro indiscutibile talento potrebbero nascere giocate decisive in partite importantissime. Insomma, nella speranza di poter avere anche solo un assaggio di quel campione che ha dimostrato di poter essere, un in bocca al lupo a Floro e a tutti quei big che hanno deciso di rinunciare a una parte di stipendio per potersi riscattare qui a Caserta.