Ecco perchè il 'no' di D'Angelo non è stato una sorpresa. Il tecnico pronto a tornare al Nord

22.05.2018 11:37 di TC Redazione  articolo letto 1639 volte
Luca D'Angelo
© foto di Giuseppe Scialla
Luca D'Angelo

Il divorzio tra la Casertana e mister D’Angelo non è stato certo una sorpresa. Erano mesi che si era intuito un possibile addio a fine stagione. In fin dei conti l’allenatore pescarese non ha fatto breccia nei cuori dei tifosi e spesso, soprattutto nella fase iniziale, è stato duramente contestato. Pubblico spaccato dopo la decisione di non rinnovare ma fa tutto parte del gioco. Arrivederci e grazie è un po’ il motto del trainer pescarese che fece la stessa cosa con il Rimini nel 2013 dopo averlo salvato ai playout. Due anni più tardi con l’Alessandria dopo aver letteralmente dominato il girone di andata per poi fallire addirittura l’accesso ai playoff e nel 2016 quando era alla guida della Fidelis Andria. Insomma se qualcosa non gli va lui saluta e va via. Ma in realtà c’è anche un’altra motivazione oltre alla mancata intesa economica. D’Angelo si è messo in mostra con la Casertana attirando le attenzioni di altri club e sembra proprio che il Pordenone sia vicinissimo ad ingaggiarlo. Un po’ come accadde con il Bassano che lo soffiò all’Andria. La Casertana loa veva capito e si è messa alla ricerca di un sostituto.