La Casertana prepara la rivoluzione tecnica. Ecco chi parte e chi può restare

04.06.2019 12:52 di Luca Petrone   Vedi letture
Simone De Marco
© foto di Giuseppe Scialla
Simone De Marco

Pare essersi finalmente delineato il quadro societario e tecnico per la prossima stagione qui a Caserta, con Violante che sarà il nuovo direttore sportivo e Ginestra il nuovo allenatore. Rossoblu che ripartono dunque dopo una stagione che rimarrà impressa nella mente dei tifosi per molto tempo, caratterizzata da moltissima speranza non certo ripagata dai risultati. Le aspettative per le prossime stagioni sono diverse, con il presidente D’Agostino che sembra puntare su una linea del tutto nuova, allestendo una squadra composta da giocatori di categoria vogliosi di affermarsi. Un ciclo, il prossimo, che potrà estendersi per diversi anni e crescere col tempo seguendo il modello Juve Stabia. Va quindi risolto il rebus giocatori, poiché la Casertana ha una rosa ingombrante che va ritoccata per essere adeguata al nuovo progetto tecnico.

Ecco dunque alcune delle situazioni contrattuali più importanti dei falchetti, tra giocatori da cedere e altri da cui ripartire: Il top player assoluto Luigi Castaldo ha (per fortuna) altri due anni di contratto, ma sta valutando bene la situazione prima di decidere se rimanere. Come lui anche Pinna, Zito, D’Angelo e Santoro. Difficile pensare a una permanenza di tutti e quattro, vista l’aria di rivoluzione e gli orizzonti che paiono delinearsi. Sembra addio definitivo invece con Padovan, Vacca e Adamonis sulla via del ritorno ai loro club dopo i prestiti. Da decifrare la situazione Floro Flores, l’ingaggio più alto dell’ultima stagione, che a meno di clamorosi colpi di scena andrà via, in un addio dal sapore amaro per lui viste le ultime prestazioni e per i tifosi che non hanno mai potuto godere di tutto il potenziale dell’attaccante ex serie A.

Altro rompicapo non indifferente è la situazione dei giocatori in scadenza 2019: Meola, De Marco e Mancino si sono sicuramente meritati il rinnovo, mentre la stagione sfortunata di Russo sembra precludergli una nuova possibilità a Caserta. Cigliano potrebbe far parte dei giovani su cui costruire lo zoccolo duro del nuovo ciclo, mentre i centrali Pascali e Lorenzini sono in dubbio viste le prestazioni non all’altezza delle ultime gare stagionali. Quel che è certo è che la difesa fu il settore più sottovalutato in sede di mercato nella scorsa stagione e che ha successivamente funzionato un po’ meno rispetto agli altri. Con la speranza di vedere una squadra affamata per il prossimo anno questa è la situazione giocatori alla Casertana, all’alba di una sessione di mercato che si prospetta ricca di aggiornamenti e colpi di scena.