LIVE - Rivivi con noi la presentazione del nuovo mister rossoblù Luca D'Angelo

 di Antonio Papale  articolo letto 850 volte
D'Agostino e D'Angelo
D'Agostino e D'Angelo

Rivivi con noi la conferenza stampa di presentazione del nuovo mister rossoblù Luca D'Angelo. 

Ore 18,03 - Entrano in sala stampa il presidente D'Agostino, il direttore sportivo Martone, il team manager Russo, il mister D'Angelo e il suo staff.

D'Agostino: "Benvenuto al nuovo tecnico. Nel calcio ci vogliono i risultati, e abbiamo cambiato assumendomi tutte le responsabilità.  Non vorrei perdere mai. Abbiamo costruito 8 palle gol senza gioco. Parlo di problemi caratteriali. Il progetto va avanti. Ci tengo agli investimenti che faccio. Diamo tempo per esempio a Padovan di crescere. Un giorno siamo nell'altare, l'altro nella polvere. Non amo essere preso in giro. Scazzola esonerato per l'atteggiamento della squadra. Bisogna migliorare anno per anno. Bisogna lavorare sul materiale umano."

D'Angelo: "Sono felice dell'opportunità concessa. La Casertana è qualcosa di importante per serietà. Conosco l'attaccamento dei tifosi. E' una buona squadra. Onestamente, in alcune partite meritava di più. Ho visto ragazzi concentrati e così voglio fino alla fine della stagione. Non voglio stravolgere l'organico che va bene così. Non cambieremo, e con sacrificio recupereremo il tempo perduto. Non conosco nessuno dei giocatori. importanti convinzione e organizzazione. Bisogna lavorare sotto l'aspetto mentale. Prometto massimo impegno. Guardo le caratteristiche dei giocatori e decido il modulo. Non dissi no a giugno, ma solo per ragioni personali. In questi giorni ho rifiutato due squadre del girone. La squadra è valida, e ora parlare di piazzamento però è prematuro. Su Padovan? Ha qualità ancora inespresse, ed è un giocatore valido. Ha qualità per giocare in categorie superiori. Quando mi sveglierò domani troverò le parole giuste. Se un giocatore trova serietà è un folle se non sfrutta tale caratteristica."

Martone: "Mi dispiace per quanto accaduto, e vorrei porgere le migliori fortune al mister come uomo. Capita in tutte le serie e bisogna aggiustare se c'è qualcosa che non va. Il mister ha rinunciato per motivi personali a giugno. Ci siamo tenuti sempre in contatto. Non voglio fare polemiche su ciò che viene detto e scritto. Amo il confronto, odio le sviolinate. Abbiamo cercato di risolvere i problemi, soprattutto all'inizio. Noi siamo un gruppo forte, e nessuno lo mette in dubbio."

Ore 18,48 - Termina la conferenza stampa