Toscano: "Non subiremo il contraccolpo dell'ultima sconfitta, la Reggina è pronta"

09.11.2019 13:00 di Luca Petrone   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Toscano: "Non subiremo il contraccolpo dell'ultima sconfitta, la Reggina è pronta"

Ha parlato mister Toscano alla vigilia della sfida del Granillo contro la Casertana, tra le analisi sull’ultima sconfitta e le sue considerazioni sulla sua squadra, la capolista del girone Reggina.

C’è il rischio contraccolpo?

Contraccolpi assolutamente no, la nostra è una squadra matura che sa analizzare le sconfitte. Sanno che domani è una gara importante, si sono allenati con la testa giusta.

Emergenza in difesa?

Rubin disponibile, Gasparetto fa un provino oggi. Marchi non ci sarà invece.

Ha ripetuto più volte l’importanza del tifo e del supporto della gente. Pare che però domani non ci sarà una grande risposta. Si ritiene comunque soddisfatto?

Il mio sogno e quello dei ragazzi è quello di riempire lo stadio prima o poi, vorrà dire che abbiamo fatto qualcosa di grande e che il pubblico ha capito che abbiamo bisogno di loro.

Affrontiamo una squadra con tanta qualità lì davanti, forse fisicamente un po’ compassata. Può essere questa la chiave?

Io credo che abbiano giocatori importanti sia davanti che in mezzo al campo. Potrebbero avere qualche assenza lì dietro, ma giocano un buon calcio sfruttando l’organico a disposizione.

L’anno dell’ultima promozione ci furono tantissimi bomber, quest’anno potrebbe arrivare attraverso lo stesso metodo?

A me interessa che si procurino le palle gol e voglio vedere la pericolosità anche degli esterni e dei centrocampisti, nonché dei difensori sulle palle inattive. Mi preoccuperei se non ci fossero le occasioni, noi siamo bravi a crearcele sempre e comunque. Siamo il miglior attacco dopotutto.

Si è voltato pagina dunque dopo la sconfitta in coppa?

Non siamo abituati a perdere, e questo è positivo, ma non deve diventare un ostacolo. Ho rivisto la partita e nel primo tempo abbiamo fatto il 78% del possesso palla in delle zone del campo in cui non riesci sempre a renderti pericoloso. Abbiamo fatto tanti errori tecnici inoltre e per il resto siamo stati bravi a riaprirla. Sul 2-2 non ci siamo accontentati perché siamo una squadra che non si accontenta mai.

Curiosità: della difesa c’è solo da essere orgogliosi, ma c’è un comune denominatore nei gol subiti ovvero il cross per l’inserimento dell’avversario. Un caso?

Ci sono state un paio di analogie si ma molte situazioni sono più diverse se le analizziamo bene. Sono il primo a pormi questo tipo di domande, io alla casualità non ci credo quindi ci stiamo lavorando per non subirla anche contro la Casertana. Dobbiamo essere bravi ad approcciare bene la gara.