Casertana, avanti a piccoli passi verso la continuità. Adesso un dicembre intenso per provare a uscire dai bassifondi

 di Antonio Papale  articolo letto 543 volte
Ferrara in azione
Ferrara in azione

Lo scialbo pari interno di ieri al Pinto con il Rende ha consentito alla Casertana di continuare la serie positiva, anche se una vittoria avrebbe fatto uscire i falchetti, almeno per una settimana, dalla zona rossa di classifica. Invece così non è stato e bisogna ancora attendere per raggiungere quest'obiettivo.

 

Ci sono però alcuni temi degni di essere presi con la massima attenzione. Innanzitutto, bisogna dire con grande onestà che i rossoblù provano anche a costruire ma negli ultimi 30 metri si perdono e vanificano quanto di buono fatto precedentemente, per un difetto ormai cronico e che può essere corretto solo a gennaio. Ma per parlare di mercato sembra un po' prematuro.

 

Se l'attacco continua nella sua sterilità, dall'altro lato gli uomini di D'Angelo sembra abbiano trovato una propria solidità difensiva, incassando pochi gol e bisogna anche dire che i pericoli dalla parte di Cardelli scarseggiano (ieri l'unico la traversa di Franco).

 

E ora un mese di dicembre molto intenso, con 5 partite importanti, delle quali 3 in trasferta, dove bisognerà cercare di prendere più punti possibile ed arrivare alla sosta lunga con la migliore situazione di classifica possibile, per poi ripartire bene a gennaio e far diventare la classifica attuale solo un semplice ricordo.