Casertana, finalmente vittoria. Adesso la continuità diventa prioritaria

Finalmente i rossoblù tornano a sorridere
01.03.2020 17:20 di Antonio Papale   Vedi letture
Starita grande protagonista
Starita grande protagonista

La vittoria di ieri sera della Casertana nel derby contro la Cavese ha cancellato tanti numeri negativi e soprattutto restituito entusiasmo ad un ambiente che sembrava depresso per la mancanza di risultati e per una classifica che iniziava a essere pericolosa. Ora finalmente un minimo di tranquillità in più. Adesso come sempre è giusto trattare alcuni punti con la dovuta attenzione.

FINALMENTE VITTORIA - Sembrava una maledizione che non voleva finire, ma i rossoblù hanno stoppato a 83 giorni il digiuno, 104 se si considerano le gare giocate in casa. E invece, nel momento più delicato della stagione, con una classifica che poteva diventare pericolosa, i falchi azzannano i metelliani e ritrovano tranquillità. 

DA DERBY A DERBY - L'ultima vittoria interna era nel derby con l'Avellino, ora non più. Ed il risultato è stato come ieri 2-0, e sempre nel segno di Starita.

STARITA UOMO DERBY - L'attaccante napoletano ritrova il gol dopo ben 90 giorni, dal gol alla Paganese, arriva in doppia cifra, e si conferma uomo derby, dato che ha segnato a tutte e tre le corregionali 4 gol, e tutti nelle tre gare al Pinto.

EMERGENZA CONTINUA - Ieri out Santoro e Tascone per squalifica (domenica torneranno), Rainone, Zito e Cavallini per infortunio, ai quali si è aggiunto Laaribi. Sono tutti da valutare per domenica, dove sarà out per squalifica Castaldo.

MARTEDÌ SNODO CRUCIALE - Passando ad un altro argomento, non meno importante per il futuro rossoblù, martedì ci sarà la conferenza dei servizi che farà capire qualcosa di più sul progetto del nuovo stadio.

CONTINUITÀ OBBLIGATORIA - È pur vero che mancano 5 punti per arrivare alla soglia dei 40, ma ora i rossoblù non devono illudersi di sentirsi arrivati, ma continuare sulla strada tracciata ieri. A partire da Monopoli. E se l'ambiente è come ieri, con squadra, società, tifosi e stampa uniti verso un unico obiettivo, niente è precluso, anche se gli avversari saranno Monopoli, Reggina, Ternana o Bari.