Casertana, la mancanza del killer instinct costa punti pesanti. E ora classifica e calendario fanno paura

11.12.2017 13:52 di Antonio Papale   Vedi letture
Alfageme in azione
Alfageme in azione

La sconfitta di ieri sera al Pinto con il Bisceglie è stata la riprova di come la Casertana non riesca a dare una svolta decisa al proprio campionato. Bisogna però anche ammettere che ieri i falchetti ci hanno provato in tutti i modi, ritrovandosi di fronte un Crispino che ha vestito i panni del fenomeno, parando anche l'impossibile. Al di là delle parate del portiere di Orta di Atella, i rossoblù hanno difettato ancora del killer instinct, e ciò sta costando tanto in termini di punti e di classifica, che ora piange, visto il penultimo posto con Andria e Paganese e che sicuramente non fa piacere a nessuno tra società, squadra, staff tecnico, stampa, ma soprattutto i tifosi che donano tanto amore per i colori rossoblù.

 

Nell'occhio del ciclone, dopo la sconfitta di ieri con il Bisceglie, sono finiti Martone per il mercato ritenuto sbagliato e D'Angelo per alcune scelte tecniche che hanno lasciato perplessi. 

 

Ed il futuro è preoccupante, perché il calendario regala due trasferte difficili come Matera e Catania intervallate dalla partita interna col Catanzaro che non è di certo facile. La speranza è di fare quanti più punti possibile, ma non sarà facile, prima di un mercato che potrebbe cambiare volto ai falchetti.