Casertana, lo scalpo della capolista arriva con la classica partita perfetta. Ora attenzione ai facili entusiasmi

I rossoblù non sbagliano quasi nulla contro una delle favorite al salto di categoria
30.09.2019 13:54 di Antonio Papale   Vedi letture
Casertana, lo scalpo della capolista arriva con la classica partita perfetta. Ora attenzione ai facili entusiasmi

La vittoria di ieri col Catanzaro ha portato all'ambiente rossoblù ulteriore autostima e ulteriore entusiasmo ma è chiaro che non bisogna illudersi di aver raggiunto chissà che cosa. Giusto però analizzare la gara di ieri con la dovuta attenzione.

IL PRIMO TEMPO STRAORDINARIO - I falchetti hanno giocato un primo tempo straordinario, mettendo in campo un approccio perfetto e mettendo in difficoltà gli uomini di Auteri con verticalizzazioni, inserimenti dei centrocampisti e incursioni dei terzini, facendo stropicciare gli occhi dei tifosi presenti.

LA VITTORIA DI GINESTRA - Il mister rossoblù ieri non ha sbagliato nessuna mossa e zittito gli scettici, inserendo Paparusso al debutto accentrando Zito a mezzala ed escludendo Laaribi. Alla fine ha avuto ragione e portato a casa lo scalpo di un allenatore più esperto come Auteri.

CASTALDO E STARITA PRIMA ATTACCANTI POI DIFENSORI - I due attaccanti dimostrano di possedere uno splendido stato di salute e hanno disputato una gran partita su tutti e due i lati del campo. Nel primo tempo hanno segnato e creato occasioni, nel secondo hanno aiutato la squadra a difendere il risultato.

CRISPINO E LA DIFESA QUASI PERFETTI - Il portiere rossoblù quando serve ci mette la classica pezza, i difensori mettono il bavaglio alle bocche da fuoco di Auteri con una presprestazione super. Da segnalare la crescita di Caldore.

I FACILI ENTUSIASMI - Vittorie come quella di ieri danno tanto entusiasmo all'ambiente ma bisogna anche stare attenti perché ciò può far calare la tensione di un gruppo comunque giovane. Quindi sono condivise a pieno le parole di Ginestra, Castaldo e D'Agostino del post gara.

ANCORA CALABRIA - Sul futuro prossimo dei falchetti ancora una calabrese, la Vibonese, che rappresenta una cartina di tornasole delle ambizioni rossoblù ed un vero e proprio esame di maturità che, se superato, farebbe diventare gli uomini di Ginestra una squadra capace di superare anche ostacoli di una certa entità.