Casertana, punto di cuore e orgoglio. Padovan preziosa arma in più per il futuro

19.11.2017 10:23 di Antonio Papale   Vedi letture
L'esultanza di Padovan
L'esultanza di Padovan

Il punto conquistato ieri a Catania contro la Sicula Leonzio negli ultimi minuti ha consentito alla Casertana di evitare una beffa chiaramente immeritata all'interno di una partita non bellissima e che dà comunque continuità di risultati dopo la bella vittoria di sabato scorso con la Paganese, e, nel complesso, sono 6 punti in 5 partite, con solo la sconfitta di Lecce a rovinare i piani dei falchetti.

 

Ci sono però alcuni temi che devono essere considerati con la giusta attenzione. Il primo riguarda la capacità di reazione degli uomini di D'Angelo che, benché ci fossero pochi minuti alla fine, hanno dimostrato di avere grande orgoglio ed un cuore grande così. La speranza è che si possa continuare a giocare così per poter lasciare quanto prima le zone paludose della classifica.

 

Una considerazione la merita Padovan: al di là del suo passaggio sbagliato che ha fatto ripartire i siciliani nell'azione del gol, il ragazzo si è impegnato e ha dato tutto ed il premio è stato il gol del pari che ha regalato un punto d'oro ai suoi, ma che possa sbloccarlo psicologicamente ed anche essere il primo di una lunga serie.

 

Per concludere, il futuro: ora mercoledì la coppa Italia  con la Sambenedettese dove probabilmente ci sarà spazio per chi ha giocato meno, poi il Rende per una gara da vincere a tutti i costi sia per dare continuità ai risultati, sia per uscire dalla zona rossa, sia per presentarsi al meglio ad un mese di dicembre intenso e duro con le trasferte di Castellammare, Matera e Catania intervallate dagli impegni interni non semplici con Bisceglie e Catanzaro.