La Casertana e quella beffa che fa male. Il recupero di Floro speranza per il futuro. Ora la Coppa prima della sfida alla capolista Reggina

Il pari di ieri porta rabbia. Ora il Bisceglie in coppa prima della capolista Reggina
04.11.2019 13:29 di Antonio Papale   Vedi letture
Adamo in azione
Adamo in azione

Il pari ottenuto dalla Casertana ieri al Pinto contro la Viterbese porta tanti rimpianti per come è arrivato ma regala anche importanti spunti di riflessione sui quali incentrare l'attenzione. 

PRIMO TEMPO CONTRATTO - Al di là delle assenze, soprattutto in difesa, che sono un alibi che non regge, nel primo tempo I falchetti sono sembrati un po' contratti nel modo di approcciare la gara, e i laziali ne hanno approfittato.

IL BEL SECONDO TEMPO - Probabilmente Ginestra nell'intervallo si sarà fatto sentire coi suoi che hanno fatto un bel secondo tempo e, se fosse arrivata la vittoria, nessuno avrebbe gridato allo scandalo.

LA BEFFA - Quel gol arrivato a sette secondi dalla fine brucia tanto. Si può discutere all'infinito del fatto che Volpe era solo o che sia stata lasciata mettere in mezzo quella palla, ma ciò non toglie che quel gol è stato una beffa. E come è stato detto in sala stampa, bisogna trasformare quanto accaduto ieri in energia positiva.

FLORO FLORES RITROVATO - Il bomber rossoblù, ritornato dopo due mesi e con l'intenzione di dimenticare tutti gli accidenti avuti sin dal suo arrivo a Caserta, ha dimostrato, sin dal suo ingresso in campo, tanta voglia di rivalsa, e il gol è stata la dimostrazione più lampante. E poi, l'esultanza ha commosso tutti perché le sue lacrime sono il sinonimo di un uomo che, dopo aver sofferto tanto, vuole rifarsi per dimostrare che la fiducia riposta in lui non è stata vana.

COPPA, POI REGGINA - Nemmeno il tempo di archiviare quanto accaduto ieri che si torna subito in campo con la coppa Italia dove arriverà il Bisceglie dell'ex Pochesci. Arrivare lontano può significare tanto in ottica post season. Dopodiché, da giovedì, arriverà il momento di pensare alla sfida con la capolista Reggina che sta volando ma, se affrontata con il giusto atteggiamento e senza aver paura, può portare anche al raggiungimento di un risultato positivo.