PAGINE STORICHE - Casertana-Fidelis Andria, l'ultima volta finì senza reti

22.04.2016 12:00 di Pasquale Gallo   Vedi letture
PAGINE STORICHE - Casertana-Fidelis Andria, l'ultima volta finì senza reti

La Fidelis Andria a Caserta 26 anni dopo. L'ultima volta finì senza reti e nell'articolo della Gazzetta del Mezzogiorno rileggiamo la cronaca di un match equilibrato e combattuto.

La Fidelis Andrìa bestia nera della Casertana. Anche in questo campionato non perde, tornando a casa con un meritato pareggio. Lo stesso imposto ieri dalla Fidelis alla Casertana sul suo campo equivale senza alcun dubbio ad una vittoria. Lo 0-0 ci sta tutto e per poco i pugliesi non fanno il pieno come nella giornata d'esordio in C/1 nel settembre '89. Vannini a Caserta imbriglia l'avversario con una formazione inedita, che sorprende tutti. Schiera sia Tavolieri, che Tangorra, gli acquisti novembrini e affida loro le maglie numero 4 e numero 6 per frenare sul nascere l'offensiva campana sulle fasce estreme. Non si è solo difeso l'Andria, in diverse occasioni, specie nel secondo tempo (più giocato e combattuto del primo) porta pericolose minacce alla porta della Casertana, sfruttando il suo micidiale contropiede. Alcuni cenni di cronaca che evidenziano il giusto pari della gara. Al 10' Monaco commette con cattiveria un fallo su Vinci: la susseguente punizione battuta da Quaranta che porge a Tangorra quest'ultimo fermato fallosamente da due avversari al 23' Serra capitano dei locali catapulta su Mastini, punizione battuta da Carpineta, controllata dalla difesa rossoblu. Al 36’ Vinci tenta da lontano con Guerra meglio piazzato. Al 51' la Casertana è vicina al gol del vantaggio: un attaccante solo davanti ad Imparato manda il pallone a lambire il palo sulla destra dell'estremo andriese; al 53' Tangorra è steso da un difensore casertano: è rigore netto ma l'arbitro a pochi passi fa finta di non vedere. Al 55' ancora la Fidelis vicina al gol: Tovalieri imbecca Vinci che tira in diagonale di poco fuori. Al 56' la barriera devia un tiro da fuori area di Carpineta in angolo. Al 71' su tiro teso di Suppa, Imparato vola sulla sua destra per la deviazione miracolosa. Al 72' brivido per la difesa azzurra: Imparato atterra Serra, la palla viene scaraventata in rete a colpo sicuro, salva sulla linea Lopez; all'84' rigore netto negato dall'artrite alla Fidelis per atterramento di Tangorra proiettatosi in area sul doppio scambio con Vinci; all'87' espulso Monaco per fallaccio su Vinci (segnalazione del guardalinee). Su questo episodio, la partita non ha più stona e termina con un giusto risultato di parità.

 

CASERTANA: Bucci, Monaco, Giordano, Manzo, Serra, Cristiano, Suppa, Statuto, Campilongo, Rovani (62’ Cerbone), Bucciarelli (59’ Piccinno). All. Lombardi

FIDELIS ANDRIA: Imparato, Leoni, Carpineta, Tavolieri (61’ Argentieri), Lopez, Tangorra, Guerra, Quaranta, Romiti (85’ Ianuale), Mastini, Vinci. All. Vannini

ARBITRO: Bolognino di Milano

NOTE: Angoli 2-0 per la Casertana. Ammoniti: Tavolieri, Giordano, Mastini, Argentieri, Quaranta. Spettatori 2500 con discreta presenza di tifosi andriesi.