Pagine storiche: Fidelis Andria-Casertana e quell'agguato del '91

10.12.2015 11:30 di Pasquale Gallo   Vedi letture
Casertasport
Casertasport

Il 14 aprile '91 al termine di Fidelis Andria-Casertana scoppiò un'autentica sassaiola che coinvolse le due tifoserie. Di seguito riportiamo il commento di Casertasport, testata dell'allora direttore Carlo Desgro che condannava l'episodio dell'epoca. Ecco cosa scriveva il direttore titolando: CASERTA PIU' DURA DELLE PIETRE.

Tutti sanno che domenica scorsa la Casertana ha giocato con l’Andria e che ha pareggiato dopo essere andata in vantaggio causa un rigore che francamente non c’era. Pochi invece sanno che Andria è la città natale di Matarrese, il patron della Federcalcio. Ecco allora che si spiegano molti favoritismi ricevuti dalla squadra pugliese. Ecco allora che si spiega anche il rigore concesso all’Andria da un arbitro che sta per essere promosso in B. Ecco allora che si spiega il perché nonostante le continue violenza, la società andriese riesce sempre a farla franca. E si spiega anche il milione di multa dato all’Andria e il mezzo milione dato alla Casertana. Se non dovessimo andare in B, consiglierei a Enzo Cuccaro di ritirare la sqadra!