Cosenza, con il cambio di allenatore la svolta della stagione

22.02.2018 18:29 di Antonio Papale  articolo letto 541 volte
Cosenza
© foto di Giuseppe Scialla
Cosenza

Il Cosenza che domenica si presenterà al Pinto è una squadra che ha vissuto sinora un campionato a due facce: la prima, molto negativa che ha costretto il presidente Guarascio a esonerare Fontana, e la seconda, positiva con Braglia che, dopo un inizio così così, ha innestato una marcia in più e consentito ai calabresi di abbandonare le zone brutte di classifica per raggiungere le posizioni che regalano i playoff. Se a ciò si aggiunge che i lupi silani stiano andando bene in coppa Italia, la stagione sta assumendo prospettive interessanti.

In porta troviamo Saracco, mentre la linea a 3 di difesa è formata dall'ex Idda, Dermaku e Pasqualoni. A centrocampo, troviamo ai lati la corsa e la vivacità di Corsi e dell'altro ex Ramos, con la mente Loviso e il fosforo di Bruccini e dello scuola Napoli Palmiero. Davanti, invece, la fantasia di Mungo sostiene Perez, lungagnone che vuole rifarsi dopo le prime uscite a corrente alternata.