Ginestra: "Bisogna ritrovare la serenità, fondamentale fare 40 punti il prima possibile"

08.02.2020 13:13 di Luca Petrone   Vedi letture
Ginestra: "Bisogna ritrovare la serenità, fondamentale fare 40 punti il prima possibile"

L’elenco delle partite di fondamentale importanza si allunga, come sta la squadra?

Si sarebbe lavorato molto meglio se avessimo centrato la vittoria settimana scorsa, ma abbiamo comunque fatto bene e vediamo domani come va.

Alla luce di quanto accaduto settimana scorsa, si è lavorato molto sull’aspetto psicologico della squadra?

Bisogna tornare a giocare un calcio entusiasmante e a vincere. Cercare di fare il nostro calcio, qualcuno ci ha messo la pressione di dover vincere per forza. Tutte hanno un momento di difficoltà, in questo campionato ogni partita è difficile.

Novità dal punto di vista tattico?

A Rieti abbiamo fatto il 4-2-4 e 4-3-1-2, poi si dice che Ginestra fa sempre 3-5-2. La differenza la fa la corsa, non il modulo, il nostro 3-5-2 non è fisso ma cambia spesso.

Chi o cosa vi ha messo la suddetta pressione?

Quando sono stato presentato mi è stato posto un obiettivo preciso. Normale che io non sono contenti degli ultimi risultati, ma il mio obiettivo principale è valorizzare i giovani. Dobbiamo lavorare sereni e tranquilli, quando giochiamo con la pressione del risultato non facciamo bene. Bisogna salvarci e si può fare anche di più, ma prima di tutto bisogna arrivare a 40 punti il prima possibile.

Domani affronti il tuo passato, quali sono le tue sensazioni?

Il Bisceglie è una società che ha creduto in me, li ringrazierò a vita. Però adesso non conta, davanti ho una squadra da battere a tutti i costi per aggiustare la classifica.

La squadra sembra non avere più la compattezza di un tempo, può essere dovuto a una questione di atteggiamento nell’interpretazione dei ruoli?

Hai centrato il punto. Girare la palla sul nostro campo è un’impresa, ma quando riusciamo a farlo lo facciamo bene. Non escludo anche di allargare un po’ la squadra, ma di nuovo la palla deve poter scivolare bene. Ho incontrato diversi allenatori e mi hanno tutti chiesto come sia possibile giocare su questo campo qui al Pinto, non è un problema da poco, per il nostro gioco è fondamentale. In casa spesso facciamo peggio, è sotto gli occhi di tutti.

Per la formazione di domani?

Aspetto a domani, devo valutare bene. Mi piacciono i due nuovi arrivati, sto tenendo in forte considerazione Corado per l'attacco. Stasera vedrò tutto.

Che le ha detto il presidente in questa settimana?

Normale che sia quello più scontento di tutti. Ci ho parlato, l’ho trovato comunque sereno e per me l’importante è ritrovare la gioia di giocare a calcio che avevamo prima, i risultati arriveranno.