Le parole di Ginestra: "L'assenza di Castaldo? Come togliere Ronaldo alla Juve"

30.11.2019 13:13 di Luca Petrone   Vedi letture
Le parole di Ginestra: "L'assenza di Castaldo? Come togliere Ronaldo alla Juve"

Conferenza iniziata in ritardo, poi finalmente Ginestra arriva e si inizia a parlare del Derby con la Paganese.

Mister c’è questo Derby con la Paganese, per questo tipo di partita le motivazioni arrivano da sole

Lo spero, la Paganese ha fatto pochi punti nelle ultime partite e quindi dobbiamo stare attenti. Squadra scorbutica, per il tipo di gioco che fa può metterci in difficoltà.

Sulle seconde linee schierate in coppa?

Non esistono seconde linee nella mia squadra, tranne Lame li ho utilizzati tutti. Chiaramente sono state fatte delle valutazioni ma non ho scelto le “seconde linee”, era nei nostri piani lanciare tanti giovani.

Cosa ti aspetti dalla Paganese?

Giocano un 3-5-2 ma hanno anche tanta qualità anche se a volte non lo mettono in mostra. Dobbiamo essere bravi nella gestione, a volte andiamo in difficoltà come abbiamo visto a Catania. Spesso è anche l’inesperienza.

Il nostro girone è una sorta di B2 data la qualità delle rose. Non le sembra che però spesso i tecnici delle formazioni “minori” a volte facciano i salti mortali pur di schierare tanti giovani nell’11 titolare?

Capisco il tuo discorso. Per me aldilà dell’età dovrebbe giocare chi merita, è normale che l’allenatore spesso debba fare delle scelte anche per aiutare la società a valorizzare i propri giovani. Io guardo solo a chi merita e a chi è bravo, per me è facile perché ne ho tanti. Quasi nessuna squadra fa lo stesso minutaggio coi giovani che facciamo noi.

Così non si rischia di fare scelte deleterie per il campo?

Io faccio giocare chi merita, è normale che la nostra rosa è composta da 12 under ma quando li ho tutti a disposizione scelgo chi merita.

Domenica per la prima volta l’abbiamo sentita parlare di scelte arbitrali, è stata una scelta di gioco o secondo lei il direttore di gara ha sentito la pressione del nome Catania?

Secondo me non lo fanno apposta ovviamente. Il problema è quando però agli avversari poi fischiano di tutto, lì mi posso arrabbiare. A volte ci sono due pesi e due misure.

Quanto conta l’assenza di Castaldo?

Tanto, è come togliere Ronaldo alla juve, Messi al Barcellona. Non solo dal punto di vista tattico ma anche come uomo nello spogliatoio e in campo, per i tifosi, per tutto. Non aveva mai saltato così tante partite in un campionato in carriera, siamo stati sfortunati. Spero di averlo presto, discuteremo col direttore se è il caso a gennaio di prendere qualcuno con le sue caratteristiche per quando non è disponibile.