Casertana, serata storta da archiviare in fretta. Ora testa solo al Lecce

23.03.2018 13:21 di Antonio Papale   Vedi letture
Giuseppe Carriero
Giuseppe Carriero

La sconfitta di ieri sera a Reggio Calabria ha interrotto la striscia positiva di una Casertana che, in terra di Calabria, non è stata protagonista di una prestazione scintillante, però va catalogata alla categoria degli incidenti di percorso, contro peraltro una Reggina che ha vinto per gli episodi che le hanno dato una mano: il primo gol dove il pallone non era andato dentro, e nel secondo Forte, a causa del terreno, non è riuscito a prendere il pallone. Premesso che il secondo gol è nato da un'ingenuità di De Rose che ha dato la punizione, e non è giusto prendersela solo col mediano rossoblù. La sconfitta è stata della squadra, frutto di una serata storta da archiviare in fretta.

Tra le note positive di ieri, sicuramente il primo gol di De Vena, arrivato a fine primo tempo e che ha illuso i falchetti di portare a casa un risultato positivo dalla Calabria.

Ora però non è tempo di recriminare su quello che poteva essere e non è stato, ma è tempo di resettare tutto e di pensare alla capolista Lecce che verrà con la voglia di spaccare il mondo dopo il pari con la Fidelis Andria ma che troverà una Casertana arrabbiata per il ko di Reggio e che, mai come domenica, avrà bisogno dei suoi tifosi per trasformare il Pinto in una bolgia e provare a fare l'impresa.