Casertana, un punto griffato Crispino, top player e un cuore grande così. La speranza stadio nuovo e un futuro chiamato Rieti

Il punto conseguito ieri a Francavilla regala maggiori certezze al team di Ginestra, mentre la società lavora al progetto Pinto nuovo
09.09.2019 15:25 di Antonio Papale   Vedi letture
Esultanza rossoblu
Esultanza rossoblu

Il punto conseguito ieri dalla Casertana sull'ostico campo della Virtus Francavilla è stato fondamentale soprattutto per il fatto che i rossoblu hanno giocato in 10 dal 40' per il rosso a Clemente, poi il gol subito ha animato i falchetti che sono riusciti a portare a casa un punto che può pesare tanto in futuro. Sono tanti però gli spunti da analizzare attentamente.

CRISPINO - Se i rossoblu sono tornati a casa con un punto, lo devono al portiere di Orta di Atella che nel finale ha detto no per almeno 3 volte agli avanti pugliesi, dimostrando appieno le sue doti.

IL CUORE DEL SECONDO TEMPO - Dopo l'inferiorità numerica e il gol di Perez tutti pensavano ad una sconfitta, invece non si erano fatti i conti con il cuore dei rossoblu che ci hanno creduto portando a casa un punto fondamentale.

I TOP PLAYER - Solo Castaldo l'anno scorso aveva dimostrato le sue qualità tecniche, ora sembra che il vento sia cambiato con Zito che è una sorta di pericolo pubblico per gli avversari e D'Angelo che dimostra ancora come sia bravo a inserirsi in avanti.

CHE SUCCEDE A FLORO FLORES? - È la domanda che ogni tifoso rossoblu si fa, visti i continui infortuni del giocatore napoletano, l'ultimo sabato. Non gettando la croce sul ragazzo che si è anche ridotto l'ingaggio per un debito di riconoscenza nei confronti di D'Agostino, la speranza è che possa iniziare presto a fare la differenza perché è nelle sue corde.

LA SPERANZA NUOVO STADIO - Con la firma di venerdì, è iniziato il cammino verso un nuovo Pinto, anche se la strada è ancora lunga. Dovesse concretizzarsi il progetto di D'Agostino, non saremmo nella pelle dei tifosi rossoblu che possono sognare di avere una casa confortevole e raggiungere obiettivi ambiziosi.

RIETI - Chi pensa che sabato sera sia una passeggiata si sbaglia. La dimostrazione è ciò che i sabini hanno fatto col Bari ieri, perdendo per episodi. Ragion per cui non bisogna prendere sotto gamba i laziali per vincere e volare in classifica. Con la speranza che il Pinto sia sempre più gonfio di quella passione per i colori rossoblu che non scema mai.