Cangelosi carico per il derbissimo di Benevento: "Partita importante per misurare le nostre ambizioni. E sul mercato...."

21.01.2024 16:37 di Antonio Papale   vedi letture
Vincenzo Cangelosi
Vincenzo Cangelosi
© foto di Giuseppe Scialla

Domani derby fondamentale per mille motivi per la Casertana in quel di Benevento contro una squadra che ha ritrovato entusiasmo grazie al ritorno di mister Auteri. Prima di partire per il ritiro sannita, classica conferenza stampa prepartita con mister Vincenzo Cangelosi che, attraverso le domande dei giornalisti presenti, ha trattato tantissimi argomenti.

Sulla gara di domani: "Partita importante e molto sentita, classica partita che si prepara da sola, per noi importante ripartire dopo il ko di domenica scorsa. Partita che vale come le altre e che ci consente di misurarci contro una delle favorite alla vittoria finale. Pensiamo sempre una partita alla volta. Sappiamo quanto tiene la città a questa gara, vediamo se domani riusciamo ad alzare l'asticella delle nostre ambizioni."

Sull'aspetto tattico: "Non so che tipo di partita verrà fuori, da quando è arrivato Auteri hanno assunto un certo tipo di fisionomia. Vedremo cosa ne uscirà fuori."

Sul versante psicologico: "Messina passaggio a vuoto assorbito dalla squadra. Momento no, dispiace perché poteva farci fare un primo resoconto. Abbiamo lavorato bene, mi aspetto una grande partita. Dispiace sentire parlare di anarchia o ammutinamento perché ci si dimentica quanto fatto. La squadra non ha fatto mai mancare l'impegno. I social amplificano in maniera negativa certe cose. Anche oggi confermata la mia teoria: si può vincere e perdere con chiunque."

Sul Benevento: "Squadra che ha cambiato tanto, e non è semplice ripartire dopo una retrocessione. Adesso questi due risultati hanno ridato loro entusiasmo."

Sulla formazione: "Celiento out, Nicoletti recuperato, conosco le sue caratteristiche, vedremo se schierarlo."

Sul mercato: "Operazioni principali fatte, vedremo se usciranno opportunità. Se qualcuno ci chiederà di andar via, non possiamo trattenerlo controvoglia."

Sull'assenza dei tifosi: "È un peccato, purtroppo vedere gli stadi vuoti mortifica in parte lo spettacolo."