Sconfitta al Partenio nel derby campano: Avellino 3 Casertana 1

25.10.2020 19:20 di Luca Petrone   Vedi letture
Sconfitta al Partenio nel derby campano: Avellino 3 Casertana 1

Derby tra “coinquilini” in scena al Partenio che sorride ai lupi: Avellino 3 Casertana 1. Dopo il vantaggio iniziale i falchetti subiscono la rimonta dei padroni di casa e pagano gli episodi e l’uomo in meno. Classifica che adesso inizia a preoccupare i tifosi della Casertana, impossibile però non sottolineare il clamoroso errore di valutazione da parte dell’arbitro che ha decisamente indirizzato quella che era una gara aperta penalizzando i rossoblu.

Primo tempo

Inizia il derby tra Avellino e Casertana, probabile ultima gara professionistica giocata in presenza di pubblico in Campania. Al 7’ ad aprire le danze è l’ex Adamo che con un cross dalla sinistra riesce a trovare Maniero, il colpo di testa dell’attaccante trova pronto Dekic, bravo ad opporsi l’ex Inter. Poco dopo è De Francesco a testare i riflessi dell’estremo difensore con un destro da fuori molto violento ma centrale. Passano però improvvisamente in vantaggio gli ospiti: al minuto 13’ Bordin batte un ottimo calcio d’angolo dalla destra e pesca in area Icardi che, prendendo in prestito un po’ di killer instinct dal suo omonimo argentino, controlla e batte Pane con un destro deciso. Le emozioni continuano e stavolta è Aloi ad avere lo spazio per concludere dal limite ed impegnare Dekic, bravo anche Konaté a chiudere su Fella dopo la respinta del suo portiere. Al minuto al 28’ pareggio Avellino: altro cross dalla sinistra, a scoccarlo è D’Angelo che trova in area il solito Maniero, il bomber è bravo ad infilarsi tra le maglie avversarie e ad incornare in rete. Dopo un avvio decisamente frizzante le due squadre sembrano rifiatare, ma al minuto 38’ occasione clamorosa per la Casertana: Icardi viene servito in posizione favorevole a tu per tu con Pane a ridosso dell’area piccola, su di lui una trattenuta vistosa da parte di Rizzo che gli impedisce di concludere a rete. Lo stesso Icardi viene ammonito per protesta mentre reclamava un giusto calcio di rigore: sul ribaltamento di fronte Hadziosmanovic stende Fella dopo un errore di Konatè e viene prima ammonito e poi espulso per proteste, partita che si mette improvvisamente in salita per i rossoblu. Dopo un minuto di recupero fischia l’arbitro, è 1-1 tra Avellino e Casertana al 45’.

Secondo tempo

Lupi e falchetti si ripresentano in campo per la seconda frazione di gioco: partono meglio i padroni di casa che per poco non si portano in vantaggio in seguito ad una mischia confusa nata da un calcio d’angolo, il rimpallo che essa genera in area sfiora la porta di Dekic e finisce fuori. Avellino che spinge forte e crea diversi pericoli, match durissimo per una Casertana costretta all’ inferiorità numerica. Il gol è nell’aria e infatti arriva: Adamo viene servito in area, troppo molli in pressione i difensori che gli lasciano il sinistro e lui giustamente lo prova, sulla respinta di Dekic si fionda Maniero che fa doppietta e sigla il 2-1. I rossoblu hanno una vera e propria montagna da scalare, con l’avversario che gestisce bene il vantaggio e l’uomo in più nei minuti successivi al gol. Bella gara rovinata da un finale piuttosto noioso, ma nulla da biasimare all’Avellino che giustamente non rischia nulla in una situazione decisamente favorevole. Lupi che però riescono anche a chiuderla nel finale: al minuto 85’ è l’asse degli ex composto da Tito e Adamo ad affondare la Casertana, cross del primo dalla sinistra e tiro al volo di destro sul primo palo del secondo che sanciscono la fine della gara e i tre punti per i ragazzi di Braglia. Dopo 3 minuti di recupero si conclude così: 3-1 per l’Avellino al Partenio-Lombardi.

AVELLINO (3-5-2): Pane, Ciancio, Miceli, Rocchi; Rizzo (Tito 55’), Aloi (Bruzzo 80’), De Francesco (Silvestri 72’), D’Angelo, Adamo; Maniero (Bernardotto 72’), Fella (Santaniello 72’). All. Braglia

CASERTANA (3-4-1-2): Dekic; Petruccelli (Buschiazzo 44’), Izzillo, Fedato (Pacilli 59’), Carillo, Hadziosmanovic, Setola, Varesanovic (Matese 62’), Bordin, Icardi, Konate. All. Guidi

ARBITRO: Cudini di Fermo

AMMONIZIONI: Icardi, Bordin (C); Miceli, Rizzo (A)

ESPULSIONI: Hadziosmanovic (C)

MARCATORI: Icardi 13’ (C); Maniero 28’ & 58’, Adamo 85’ (A)